September 20, 2012 / 7:28 AM / 6 years ago

Borsa Milano chiude in negativo, bancari zavorrano listino

MILANO (Reuters) - Nuova chiusura in negativo per Piazza Affari, che perde terreno zavorrata da un comparto bancario ancora in lettera dopo il rally della scorsa settimana.

Un operatore di borsa. REUTERS/Brendan McDermid

“L’indice prosegue il trend degli ultimi giorni. Molta debolezza nel settore banche, anche sulla fine del bando sulle vendite allo scoperto, e nel coparto oil&gas a causa del declino dei prezzi del greggio”, commenta un trader.

Nelle sale operative il calo dell’indice è percepito come uno “storno” dopo i recenti guadagni. “Gli operatori approfittano per vendere”, aggiunge il trader.

C’è anche “del tecnico” nei movimenti dell’azionario, in vista delle scadenze di domani. “Rotto il livello dei 16.000 punti l’indice continua a scivolare rapidamente verso il basso”, commenta un secondo dealer.

Il paniere FTSE Mib recupera qualcosa sul finale di seduta e chiude la giornata in calo dell’1,68%, a 15.830,28 punti, mentre l’Allshare scende dell’1,57%. Più limitate le perdite del benchmark europeo FTSEEurofirst 300 che cede lo 0,13%.

Volumi scambiati per un controvalore di 2,2 miliardi di euro circa.

* Pioggia di vendite sulle banche, con MPS in flessione del 5,32%, seguita da POP EMILIA (-5,01%), BANCO POPOLARE (-4,37%) e POP MILANO (-4,1%). Lettera anche su UNICREDIT e INTESA in calo SOPRA IL 3%.

MEDIOBANCA chiude a -3,55%. Partito forte, il titolo inizia a scendere subito dopo i conti del trimestre. “L’utile è in linea con le attese, quello che preoccupa sono le perdite della capogruppo. Comunque, credo che si tratti di prese di beneficio e di un allineamento all’andamento negativo del mercato”, osserva un trader. Per Kepler Capital Markets il risultato è migliore delle previsioni a livello operativo ma delude la bottom line.

* Denaro su LOTTOMATICA, in cima al listino principale con un +2,04%, su AUTOGRILL che chiude a +1,26% e su IMPREGILO (+1,21%).

* Pesanti gli industriali, come PIRELLI, che perde il 3,2% penalizzato anche dalla notizia del lancio di un bond CAMFIN (-0,56%) convertibile in azioni Pirelli. “Il bond potrebbe avere un impatto negativo di breve sul titolo”, dice un trader. Citigroup ha ridotto la raccomandazione su Pirelli a ‘neutral’ da ‘buy’.

* Al di fuori del paniere principale, PRELIOS chiude a -4,4%. Invertito il trend positivo a metà seduta, il titolo sprofonda sulle incertezze emerse in merito alle possibili offerte per il riassetto del gruppo immobiliare.

* Negativa anche TELECOM ITALIA MEDIA (-7,98%). Dopo la retromarcia di MEDIASET (-2,1%), anche Sky si è tirata indietro per un’offerta sulla società. “Le speculazioni di stampa hanno spinto rialzi esagerati sul titolo, aumenti che non si riflettono nelle offerte attuali” commenta Banca Akros. “L’incertezza regolamentatoria che permea lo scenario fungerà probabilmente da deterrente per il completamento a breve di un accordo”. L’istituto ha tagliato la raccomandazione sul titolo a ‘reduce’ da ‘hold’.

* In declino RCS, che perde interamente i guadagni di ieri chiudendo a -14,44%. “E’ un titolo troppo speculativo”, commenta un broker.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below