14 settembre 2012 / 07:28 / tra 5 anni

Borsa Milano chiude in deciso rialzo, Bene banche, Eni, al palo Telecom

MILANO (Reuters) - Piazza Affari chiude in buon rialzo la seduta odierna in scia alla decisione della Federal Reserve di lanciare un nuovo piano di quantitative easing per stimolare la ripresa. “Si chiude una buona settimana con un recupero forte dei finanziari e degli industriali”, osserva un trader. Lo spread fra i Btp e i bund tedeschi è intorno a 330 punti base

Trader di borsa a lavoro. REUTERS/Brendan McDermid

Piazza Affari corre più degli altri mercati grazie al balzo di Eni.

L‘indice benchmark italiano FTSE Mib termina in rialzo del 2,34%, l‘Allshare avanza del 2,43%, mentre il paniere paneuropeo FTSEurofirst 300 cresce dell‘1,08%. Volumi pari a 2,8 miliardi circa nel finale.

* A beneficiare delle notizie da oltreoceano sono soprattutto i titoli finanziari. Corrono i titoli asset management, grazie anche allo studio di un broker italiano: MEDIOLANUM In crescita del 5,92%, AZIMUT (+4,92%)

Fra i bancari UNICREDIT cresce dell‘1,62%. Debole MPS (-0,48%), bene le popolari.

* Ben raccolti gli industriali, “lanciati al rialzo” sull‘influsso delle misure Fed, commenta un trader. In luce, con guadagni oltre il 5% per PRYSMIAN, FIAT INDUSTRIAL (+5%) e PIRELLI (+3,37%). Su quest‘ultima SocGen ha aumentato il prezzo obiettivo a 10,4 euro da 8,7.

* In denaro MEDIASET (+6,15%) dopo che Barclays ha migliorato il target price. “Non ci sono altre notizie a muovere Mediaset, che oggi sale su Barclays”, dice un trader.

* STM balza di oltre il 6% sull‘annuncio di un nuovo piano strategico che sarà presentato a dicembre. “E’ positivo che si conosca finalmente la strategia di lungo termine del gruppo, soprattutto rispetto ad alcune aree di business poco redditizie”, dice un analista.

* ENI sal del 4,18%, dopo la notizia che la Cdp ha ceduto sul mercato l‘1,7% della società. Piace al mercato la riduzione “notevole” del rischio overhang sul titolo.

* Fra i pochi titoli in controtrend, TELECOM che lascia sul terreno l‘1,2%, in linea tuttavia con un paniere europeo tlc comunque negativo.

* Nella galassia di Marco Tronchetti Provera, denaro su CAMFIN che mette a segno un +7% circa con volumi elevati, mentre continua il braccio di ferro tra i soci. Secondo Mediobanca, le possibilità di cambiamenti nell‘azionariato di Camfin e Pirelli sono “limitate”. L‘istituto consiglia di comprare il titolo, ma “sulla base dei fondamentali più che sulle speculazione relative a un cambio ai vertici”.

* Fra i minori gli acquisti si sono concentrati su SOPAF che sale del 30,2% e volumi consistenti, dopo la decisione del Cda di chiedere l‘ammissione alla procedura di concordato preventivo.

* Fra i minori strappa DIGITAL BROS in rialzo del 27,24% su un deciso miglioramento dell‘utile netto 2011-2012 a 2 milioni di euro.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su

[Story not fully loaded, incomplete text]

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below