September 10, 2012 / 10:08 AM / 6 years ago

Greggio, Brent sale verso 115 dollari nonostante deboli dati Cina

LONDRA (Reuters) - Il prezzo del Brent è in rialzo e si muove verso i 115 dollari al barile, sostenuto dalle aspettative di nuove misure di stimolo da parte della Federal Reserve, nonostante i deboli dati della bilancia commerciale cinese.

Un oleodotto in un'immagine d'archivio. REUTERS/Mohamed Nureldin Abdallah

Le esportazioni cinesi ad agosto sono infatti cresciute a un ritmo inferiore alle previsioni (+2,7% rispetto a un consensus di +3%), mentre le importazioni sono inaspettatamente diminuite(-2,6% rispetto alle attese di +3,5%).

Ma gli investitori sperano che i deludenti dati cinesi e americani (in particolare quelli sull’occupazione) incoraggeranno la Fed a iniettare nuova liquidità nel sistema economico, indebolendo così il dollaro e spingendo i prezzi delle materie prime come il greggio.

Intorno alle 11,54, il Brent avanza di 53 centesimi a 114,78 dollari al barile, mentre il greggio Usa guadagna 4 centesimi a 96,46 dollari.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below