31 agosto 2012 / 07:48 / 5 anni fa

Borsa Milano chiude in rialzo, bene banche, vola Camfin

La sede della borsa di Milano. REUTERS/Alessandro Garofalo

MILANO (Reuters) - Seduta positiva a Piazza Affari, insieme a Madrid la migliore borsa europea, in un mercato che tende a scommettere su un recupero delle piazze continentali che sono state più penalizzate recentemente.

La borsa milanese recupera le perdite incamerate nelle ultime tre sessioni con l‘indice FTSe Mib che torna a chiudere sopra i 15.000 punti sfruttando i forti guadagni dei finanziari, in una giornata segnata dall‘attesa per il discorso del presidente della Fed Ben Bernanke a Jackson Hole che ha però deluso i mercati.

“Bernanke non ha detto nulla di concreto in merito alle prossime mosse di politica monetaria e questo ha indebolito le borse, facendo salire gli spread dell‘Italia e della Spagna”, spiega un‘operatrice.

“Tuttavia l‘idea che circola tra gli operatori e che se si superano gli scogli, in modo costruttivo, dei prossimi annunci della Bce e del verdetto della corte costituzionale tedesca sul fondo salva stati, allora andranno meglio i mercati che sono andati peggio. In pratica si compra Italia e Spagna e si vende Germania”, aggiunge.

Il FTSEMib chiude in rialzo del 2,16% a 15.100,48 punti, appena sotto i massimi di seduta, mentre l‘Allshare guadagna il 2,03%, con volumi attorno a 1,3 miliardi di euro. Il benchmark europeo FTSEurofirst 300 avanza dello 0,5% con Madrid che balza del 3,13%.

* Balzano i titoli bancari, positivi anche in Europa (Stoxx +1,7%) guidati da MPS che rimbalza del 6,5% dopo le perdite delle ultime due sedute in seguito alla semestrale, nel giorno in cui l‘AD Fabrizio Viola parla di accelerazione del piano di rilancio che prevede aggregazioni interne e cessioni per ridurre duplicazioni e costi. [ID:nL6E8JV40F]. Rialzi del 5,3% e del 4% rispettivamente per BPER e INTESA SANPAOLO seguite da POP MILANO, UBI e UNICREDIT in progresso del 3% circa.

* Gli acquisti nel settore finanziario non trascurano GENERALI +3,5% mentre oggi indiscrezioni stampa parlano di interesse estero per Bsi e Generali Usa Life Reassurence; un analista parla di “fiducia” nell‘impegno del nuovo AD a trovare strade alternative all‘aumento di capitale.

* Bene il comparto energetico, tra cui ENEL (+3%) A2A (+2,5%) e ENEL GREEN POWER (+2,1%). Quest‘ultima, secondo un‘analista potrebbe beneficiare del nuovo piano energetico del governo.

* Tra i pochi ribassi dell‘indice principale da segnalare il calo di BUZZI UNICEM (-1,2%) penalizzata dal downgrade di Morgan Stanley a “equal-weight”. La banca d‘affari non vede spazi di rialzo dopo il recente rafforzamento del titolo abbassando il target price a 11,50 da 11,20 euro.

* Prosegue la corsa di RCS, che segna un progresso del 20% circa trascinando anche gli altri titoli del settore [ID:nL6E8JV71S]

* Vola CAMFIN, (+26,5%) alla luce dello scontro tra gli azionisti Malacalza e Tronchetti Provera. Più tranquilla PIRELLI (+1,45%)

* L‘effetto diluitivo spinge SEAT PG a un calo del 37,5% a seguito del nuovo assetto del capitale dopo che l‘incorporazione di Lighthouse ha portato a parità di capitale, il numero delle azioni a 16,1 milioni dai precedenti 1,9. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below