30 agosto 2012 / 06:38 / tra 5 anni

Borse europee in calo, investitori evitano asset rischiosi

LONDRA (Reuters) - Ancora una mattinata negativa per le piazze europee, con gli investitori riluttanti ad aumentare l‘esposizione agli asset più rischiosi in un mercato permeato dal nervosismo per gli esiti della riunione dei banchieri centrali domani.

“E’ partito il conto alla rovescia per il discorso di Bernanke a Jackson Hole: gli operatori si orientano verso i titoli difensivi, laddove disponibili, evitando le posizioni rischiose” dice Mike McCudden di Interactive Investor.

“Inoltre, l‘effetto onda del rallentamento cinese e la flessione dell‘industria mineraria australiana impatteranno sull‘euro zona, che comunque non manca di motivi di preoccupazione interni” aggiunge l‘analista.

Attorno alle 10,55 italiane, l‘indice paneuropeo FTSEurofirst cede lo 0,38% circa. La borsa di Londra è negativa dello 0,15%, Francoforte cede lo 0,58% e Parigi lo 0,27%.

I titoli in evidenza di oggi:

* Decisamente in perdita il comparto europeo dell‘auto (-2,3%), che vede tra i peggiori con -3% circa DAIMLER e FIAT e in calo del 2,39% circa BMW e RENAULT.

* Sull‘indice francese si mette in evidenza CARREFOUR che guadagna l‘8,3% circa superando la media mobile di 200 giorni grazie a risultati migliori delle attese. Gli investitori effettuano acquisti sul titolo in vista di un piano di recupero i cui dettagli saranno resi noti oggi.

* Brilla anche EIFFAGE, tra i migliori sull‘indice STOXX 600 e ai massimi di sette mesi. Il titolo sale del 7,3% circa dopo un‘impennata del 19% negli utili del primo semestre.

* Sempre sul CAC, VIVENDI avanza del 3% nonostante il calo dei risultati operativi nel primo semestre: gli investitori hanno infatti apprezzato il piano di riduzione dei costi del ramo mobile SFR. Inolte il declino dei profitti è stato in linea con le attese degli analisti.

* AIRBUS si aggiudica un contratto da almeno 4 miliardi di dollari per la vendita di un vettore A320 alla cinese ICBC Leasing. Scarsa la reazione del titolo che cede lo 0,4% circa.

* GEMALTO mette a segno un +6% circa in scia ai conti solidi e alle previsioni che la società raggiungerà già alla fine di quest‘anno i target di crescita 2013, con un utile operativo 2012 atteso a 300 milioni di euro.

* ING sale del 3,7% dopo la notizia della vendita di ING Direct Canada a Scotiabank per un corrispettivo totale di 2,5 miliardi di euro.

* Secondo fonti vicine al dossier, il gruppo tedesco METRO sarebbe in trattative per la vendita delle attività in Turchia e nell‘Est europeo della catena di supermercati Real al fine di snellire il proprio portafoglio di asset. Il titolo reagisce bene alla notizia e guadagna oltre il 3%.

* Il gigante dell‘acciaio russo EVRAZ cede il 2,5% in scia alla perdita netta da 50 milioni di dollari nel primo semestre. La società è stata colpita dal calo dei prezzi e della domanda di acciaio in Europa.

* Il gruppo pubblicitario WPP scivola sul fondo dell‘indice londinese dopo la revisione al ribasso dell‘outlook sui risultati di quest‘anno. La società chiama in causa il calo globale dei consumi.

* Balza di oltre il 19% la società di biotech GENMAB sulla notizia di un accordo in potenza da 1,1 miliardi di dollari con una divisione del colosso Johnson & Johnson. La società Usa potrebbe acquisire una partecipazione del 10,7% nel gruppo danese.

* Positivo TOMTOM dopo l‘annuncio dell‘accordo siglato con BMW che nelle sue vetture inserirà i prodotti della casa olandese.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below