27 agosto 2012 / 08:44 / 5 anni fa

Inchiesta Trani, Settepani (Fitch): nostro caso è un equivoco

DRO’, Trento (Reuters) - Uno degli analisti di Fitch indagato nell‘inchiesta della procura di Trani sulle agenzie di rating ha detto oggi che la società sta collaborando con i magistrati pugliesi e di ritenere che il loro caso sia stato un “equivoco”.

E’ quanto ha detto oggi Alessandro Settepani, responsabile Fitch Italia, a margine di un evento a Drò in Trentino, precisando che il taglio del rating all‘Italia di fine gennaio era stato in precedenza definito probabile dall‘agenzia in una audizione alla Camera e in altri rapporti.

“Noi stiamo collaborando con i pm, spero si chiarirà tutto, la nostra posizione è molto collaborativa, credo che nel nostro caso sia stato solo un equivoco”, ha detto Settepani, indagato assieme al collega David Riley.

La scorsa settimana la procura di Trani ha chiuso le indagini su Fitch, l‘ultimo filone rimasto aperto dopo la chiusura di quelli su Standard and Poor’s e Moody‘s, nella più vasta inchiesta sulle tre agenzie di rating con l‘ipotesi di manipolazione del mercato per oscillazioni di borsa ritenute anomale tra 2010 e 2012. Le tre agenzie hanno respinto ogni addebito.

L‘ipotesi di reato contestata dai magistrati pugliesi - Carlo Maria Capristo e Michele Ruggiero - è manipolazione pluriaggravata e continuata del mercato finanziario con l‘aggravante dato che Fitch era l‘agenzia di riferimento del Tesoro italiano.

Giulio Piovaccari - Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below