August 24, 2012 / 7:08 AM / 6 years ago

Borse Asia-Pacifico calano su riduzione probabilità nuovo QE Fed

MILANO (Reuters) - Gli indici delle piazze asiatiche sono in territorio negativo e si allontanano dal picco di due settimane segnato ieri, appesantiti dalla rivalutazione al ribasso da parte degli investitori della probabilità di un nuovo round di quantitative easing da parte della Federal Reserve cui si aggiungono i timori legati alla crescita nella zona euro e in Cina.

Il presidente della Fed di Saint Louis James Bullard ieri ha espresso cautela sull’opportunità di un nuovo round di quantitative easing, sottolineando come, per un’azione massiccia da parte dell’istituto americano, a suo avviso, è necessario vedere un ulteriore deterioramente dell’economia.

Questo ha affievolito la convinzione che, sulla scorta di quanto emerso dai verbali dell’ultima riunione della Federal Reserve, l’istituto centrale possa lanciare un nuovo programma di acquisto titoli già il mese prossimo.

D’altra parte, dalle indagini sull’attività delle imprese in Cina e zona euro, sono arrivati segnali poco confortanti, ravvivando i timori sullo stato dell’economia globale.

Attorno alle 8,50 italiane, l’indice Msci dell’area Asia-Pacifico, che non comprende Tokyo, cede lo 1,18%. L’indice Nikkei ha chiuso in calo dell’ 1,17%.

Debole HONG KONG, che cede oltre un l’1%, appesantita dalla cattiva perfomance dei bancari. Bank of China cede l’1,7& dopo aver archiviato il secondo trimestre con la più bassa crescita degli utili da tre anni a questa parte. Prada scivola del 2% circa.

Lascia sul terreno circa un punto percentuale SHANGHAI, che si allontana così dal picco di circa due mesi segnato lunedì.

In lettera anche SINGAPORE che cede lo 0,2% circa, appesantita dalla perfomace del colosso delle materie prima Olam (-2&).

Chiusura in calo dello 0,37% per TAIWAN, dove a pagare dazio sono i produttori di computer, il cui indice di settore ha perso l’1% sui timori legati alla tenuta della domanda globale. In controtendenza HTC, che ha rimbalzato del 4,8%.

SEOUL ha terminato la sessione in calo dell’1,16%, ai minimi dall’8 agosto.

Flassione dello 0,8% per SIDNEY, gravata dalla perfomance poco brillente per i minerari, colpiti dall’outlook poco confortante per l’economia globale. Rio Tinto ha archiviato la seduta con -4,4%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below