August 24, 2012 / 6:13 AM / 6 years ago

Borse Europa, indici in lieve calo, cautela su Grecia

LONDRA (Reuters) - Indici europei deboli in mattinata dopo il calo di ieri, con gli investitori che si tengono sulla difensiva per i persistenti timori legati alla crisi debitoria della zona euro.

Trader al lavoro alla borsa di Francoforte. REUTERS/Remote/Pawel Kopczynski

Ad aumentare l’incertezza le indicazioni contrastanti arrivate ieri da due funzionari della Fed relativamente all’opportunità a breve di un nuovo round di quantitative easing.

Le attenzioni sono rivolte agli incontri dei leader di Francia (domani) e Germania (oggi) con il premier greco Samaras. Ieri il presidente francese Francois Hollande e il cancelliere tedesco Angela Merkel anno ribadito il loro supporto alla permanenza della Grecia nell’euro.

Atene non deve aspettarsi concessioni sul suo piano di austerità (Samaras chiede due anni in più per realizzare i tagli e le riforme concordate) a meno che Atene non si attenga strettamente ai propri target di risanamento.

Intanto però, secondo il Financial Times Deutschland, in Germania sarebbe stato istituito un gruppo di lavoro, guidato dal viceministro delle Finanze Thomas Steffen, incaricato di studiare l’impatto economico di un’eventuale uscita della Grecia dall’euro.

“Samaras probabilmente sbatterà contro il muro di resistenza di Berlino, le voci di una ‘Grexit’ potrebbero tornare ad essere supportate. In prospettiva del weekend, gli investitori non prenderanno troppi rischi”, dice Mike McCudden, responsabile derivati di Interactive Investor.

Attorno alle 10,20 italiane, il paniere FTSEurofirst 300 cede lo 0,2% circa. Tra le singole piazze, Londra cede lo 0,18%, Francoforte lo 0,2% e Parigi lo 0,4%.

Tra i titoli in evidenza:

* Tra i settori più penalizzati il comparto delle materie prime, che risente dei rinnovati timori sulla stato dell’economia globale e delle prospettiva di riduzione dei prezzi, dopo le deboli letture degli indici Pmi di zona euro e Cina. Il paniere di settore cede l’1,25% circa. Male Antofagasta che scivola di oltre il 3%. Il produttore di platino Lonmin, alle prese con un calo dell’attività e una perdita degli utili, dopo i tumulti verificatisi nel suo sito sudafricano, cede il 2,73%.

* Deboli i bancari, con l’indice di settore che scivola dello 1%. Bnp Paribas scivola del 2%, Barclays del 1,7%.

* Guadagna l’1,3% Endesa dopo la revisione al rialzo del target price da parte di un broker.

* Il gruppo industriale danese NKT cede il 10%. La società ha archivato il trimestre con un utile inferiore alle attese, a causa della debolezza delle vendite di cavi ferroviari in Cina e in Europa che lo ha indotto a rivedere al ribasso la guidance.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below