17 agosto 2012 / 08:28 / 5 anni fa

Mediaset sugli scudi su voci mani arabe, faro Consob su titolo

L'ex presidente del Consiglio e principale propietario di Mediaset Silvio Berlusconi, in una foto del 22 novembre 2011. REUTERS/Paolo Bona

MILANO (Reuters) - Il titolo Mediaset resta sugli scudi anche nella seduta odierna su voci di investitori arabi in movimento sul titolo associate a fisiologiche ricoperture dopo la performance negativa di inizio anno.

Consob ha acceso un faro, come da prassi, sull‘andamento in borsa e l‘attività degli intermediari sul titolo. Non è stato al momento possibile avere un commento da Fininvest. Le società quotate peraltro non sono più tenute a commentare rumors di mercato.

I trader non danno indicazioni illuminanti limitandosi a osservare la copiosità dei volumi: oggi intorno alle 10,20 è già passato di mano l‘1,1% del capitale con volumi che sono già pari al 74% della media degli ultimi 30 giorni sull‘intera seduta.

“Su Mediaset i volumi sono grossi”, è il commento flash di un operatore.

A ribadire le voci su investitori arabi interessati ad affiancare Fininvest nel capitale di Mediaset sono oggi i principali quotidiani.

Va però sottolineato che da inizio anno Mediaset resta il secondo titolo peggiore dopo A2A con un calo del 33,72%, percentuale che peggiora a -41,45% se calcolata sugli ultimi sei mesi.

Alle 10,20 Mediaset sale del 4,40% a 1,636 euro contro uno stoxx europeo dei media che guadagna appena lo 0,49%.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below