August 14, 2012 / 3:12 PM / 6 years ago

Ubs nega di aver aiutato i tedeschi ad evadere le tasse

ZURIGO (Reuters) - UBS nega di aver mai consigliato ai suoi clienti tedeschi più ricchi di evadere le tasse. La banca ha rigettato le accuse che la volevano suggerire ai contribuenti più agiati di spostare le loro disponibilità a Singapore in vista dell’entrata in vigore dell’accordo tra Svizzera e Germania sulla tassazione dei capitali esportati.

“Non aiutiamo i nostri clienti ad evadere le tasse e tantomeno li incoraggiamo ad eludere accordi fiscali bilaterali, quello siglato tra Germania e Svizzera compreso” ha dichiarato in una intervista rilasciata a Reuters Juerg Zeltner, uno dei dirigenti della banca.

Zeltner ha poi affermato che dall’autunno 2010 la banca svizzera ha preso misure per evitare di aiutare i propri clienti ad evadere le tasse, aggiungendo che il numero di clienti Ubs tedeschi che hanno denaro depositato a Singapore si è ridotto fin dal 2009.

I commenti del dirigente sono un tentativo di stemperare la tensione dopo che in Germania Sigmar Gabriel, leader dell’opposizione di centro sinistra, ha comparato domenica le banche svizzere a corporazioni criminali organizzate per il modo con cui consigliano ai tedeschi come eludere il fisco. Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below