2 agosto 2012 / 08:03 / tra 5 anni

Borsa Milano in forte calo, molto negativo comparto bancario

MILANO (Reuters) - Seduta nera per Piazza Affari, con un indice FSTE Mib in picchiata sulle parole del presidente della Bce Mario Draghi, deludenti per i mercati che si attendevano azioni più concrete da parte della Banca centrale.

Un uomo guarda dalla finestra della Borsa di Milano, 18 novembre 2011. REUTERS/Alessandro Garofalo

Il numero uno dell‘Eurotower ha detto che nelle prossime settimane elaborerà un meccanismo di acquisto di titoli di stato che contribuirà a stabilizzare i rendimenti eccezionali del debito dei paesi dell‘eurozona maggiormente in difficoltà. In linea alle attese di mercato e analisti, la Bce ha optato per una conferma dei tassi di interesse sull‘attuale 0,75%.

Dopo una picco di euforia all‘inizio del discorso di Draghi, gli indici europei hanno virato in negativo, guidati dalle performance pesanti di Italia e Spagna, mentre diversi operatori hanno approfittato per prendere profitto.

Al netto dei discorsi del presidente Bce, notano alcuni trader, non sono ci sono ancora misure pronte per l‘immediato e questo lascia i mercati in preda alle incertezze.

“C‘è una mancanza di azioni concrete e ciò che Draghi ha fatto è stato ripassare la palla ai politici: niente di ciò che si aspettavano i mercati è stato detto e questo ha creato malumore” commenta Joan Smith, strategist di Knight Capital.

Più forte il parere di un altro trader, secondo cui i movimenti odierni sono stati “un‘unica grande speculazione. Sembra quasi che i mercati si aspettassero che Draghi desse indicazioni precise sui titoli che la Bce avrebbe acquistato e a quale prezzo”. Il presidente Bce “ha mantenuto una linea coerente, che ovviamente non può scavalcare la politica. Ma oggi, sebbene sia il 2 di agosto, si sono visti volumi da record storico sul nulla. E’ una cosa che non ha più un senso” aggiunge l‘operatore.

L‘impatto delle parole di Draghi ha offuscato i segnali incoraggianti arrivati in mattinata dall‘asta spagnola che ha mostrato una domanda solida anche se con rendimenti crescenti.

L‘indice FTSE Mib termina la seduta in calo del 4,64% e l‘AllShare perde il 4,2%, mentre l‘indice europeo FTSEurofirst chiude a -1,05%. Si sono scambiati volumi per un controvalore di 2 miliardi di euro circa.

* Il discorso del numero uno Bce assesta un duro colpo al comparto bancario. “Qui è più facile giocare per la speculazione” dice un trader. INTESA SANPAOLO è la peggiore del paniere e crolla del 9,63%, nonostante gli utili positivi registrati nel ramo investment banking con Banca IMI. [ID:nL5E8CO3ZV]

In picchiata BP MILANO e BP EMILIA che perdono rispettivamente il 9,69% e il 9,8%. Male BANCO POPOLARE (-8,83%).UNICREDIT (-7,34%), MEDIOLANUM (-6,51%), UBI (-9,22) e BMPS (-8,01%).

Già penalizzata in mattinata dalla notizia delle indagini sull‘AD Alberto Nagel, MEDIOBANCA estende e amplia le perdite terminando la seduta a -9,36%.

* Chiude molto male anche GENERALI (-6,43%). L‘inizio di giornata era stato positivo per la società, sulla scia dei dati del semestre e delle dichiarazioni del Cfo, Raffaele Agrusti, secondo cui la compagnia non ha in programma un aumento di capitale.

* Uniche positive nel paniere milanese SALVATORE FERRAGAMO (+0,88%) e TENARIS (+0,19) i cui conti sono stati superiori alle attese.

* Contiene le perdite la difensiva DIASORIN (-0,22%), che domani darà i risultati del semestre.

* Il giorno dopo le semestrali ENI perde l‘1,85%%. Molto negativa A2A, che cede il 9% circa.

* Fuori dal paniere principale, perdono oltre il 7% FONSAI e UNIPOL dopo che gli aumenti di capitale delle due compagne hanno visto inoptate il 31,7% e il 27,13% delle rispettive azioni ordinarie, un totale consistente anche se atteso dal mercato.

I titoli risentono del rischio ‘overhang’, ovvero dell‘eccesso di carta che verrà riversato probabilmente nei prossimi mesi, soprattutto sulle quote in pancia a Mediobanca e UniCredit che dovranno essere cedute, spiega un trader.

* CAIRO perde il 3,36% dopo aver chiuso il primo semestre con un utile in flessione ma ricavi in crescita.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below