July 31, 2012 / 7:53 AM / 6 years ago

Borsa Milano chiude male su minfin Germania, giù bancari, Fiat

MILANO (Reuters) - Chiude in negativo Piazza Affari, sulla scia delle dichiarazioni del ministero delle Finanze tedesco sulla non necessità della licenza bancaria all’Esm, il downgrade da parte di Goldman Sachs su otto banche italiane e le performance deludenti di Fiat.

Operatori di mercato davanti all'ingresso della Borsa di Milano. REUTERS/Alessandro Garofalo

“Le notizie dalla Germania fanno risalire la tensione interrompendo la fase di idillio degli ultimi giorni tra mercati e Bce”, commenta un trader.

Il ministero delle Finanze tedesco ha ribadito oggi che non c’è alcun bisogno di fornire una licenza bancaria al nuovo fondo di salvataggio della zona euro, una mossa che consentirebbe all’Esm di acquistare quantità di debito virtualmente illimitate emesse dagli stati della zona euro. [ID:nL6E8IVM6S]

Il FTSE Mib è zavorrato anche dall’andamento negativo del settore bancario, con Goldman Sachs che ha tagliato il rating di otto istituti bancari italiani (Unicredit, Intesa San Paolo, BMPS, UBI, BP Milano, Banco Popolare, Credem e Credito Valtellinese) a “neutral” da “buy”.

“Caliamo piu degli altri in Europa perché scendono le banche”, nota il trader.

A influire negativamente sul paniere principale milanese anche le performance di FIAT. [ID:nL6E8IUHU5]

L’indice FTSE Mib termina la seduta in calo dello 0,62% e l’AllShare dello 0,53%, mentre l’indice europeo FTSEurofirst chiude a -0,76%. I volumi scambiati sono stati pari a 1,4 miliardi di euro circa.

* Se a livello europeo comparto bancario cede il 2,13%%, a Milano spiccano in negativo UNICREDIT (-2,12%), INTESA SANPAOLO (-2,18%)e BPMS (-1,85%), dopo il taglio del rating da parte di Goldman. Vanno meglio UBI, che dopo aver toccato in mattinata il +3% perde quota ma rimane in territorio positivo, e BANCO POPOLARE (+0,58%).

Il trend negativo del comparto colpisce anche MEDIOLANUM che chiude a -1,75% nonostante i risultati positivi. Secondo quanto riferisce a Reuters l’AD Ennio Doris “sarà un anno record a livello di utile netto” anche se “continuerà ad esserci volatilità sul mercato”. [ID: nL6E8IVN26]

* Chiusura in rosso per FIAT, che cede il -4,44% dopo gli utili deludenti, in controtendenza con il settore europeo che sale dello 0,32%. “Il titolo oggi sconta il rialzo di quasi il 5% di ieri, non vedo altri motivi, i numeri di Chrysler sono buoni”, osserva un operatore.

* Dopo il volo della mattinata MEDIASET termina la seduta in ribasso del XXX%. Il gruppo media ha diffuso i risultati dopo la chiusura delle borse. [ID:nL6E8IV93S]

* Si sgonfia il rialzo iniziale di FINMECCANICA, innescato dalle anticipazioni sui risultati del semestre, annunciati dopo la chiusura dei mercati. [ID:nL6E8IVNX2] Il titolo perde il 2,3%

* PRYSMIAN cede il 2,32%, penalizzata dalle deboli prospettive delineate ieri sera dalla rivale General Cable. [ID:nL6E8IV5YX]

* Bene DIASORIN (+1,41%) che secondo un trader reagisce oggi alla notizia della vigilia di una joint venture in India.

* Sul fronte positivo si distingue anche STM, all’interno di un paniere tecnologico europeo che vede brillare la tedesca INFINEON con un progresso superiore all’8%.

* Rimangono tranquille FONSAI (-0,2% a 1,001 euro) e UNIPOL (+0,6% a quota 2,012) che già da ieri si sono allineate ai prezzi degli aumenti di capitale, che si chiudono domani.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below