July 20, 2012 / 6:09 AM / 6 years ago

Borse Europa, probabile settima settimana guadagni

LONDRA (Reuters) - Mattinata debole per i mercati dell’area europea, che hanno comunque buone chance di chiudere oggi la settima settimana consecutiva di guadagni, grazie alle attese di nuove misure di stimolo negli Usa e alla tornata di utili positivi che compensano un outlook economico debole.

Gli ultimi report del Fondo monetario internazionale (Fmi) sullo stato delle economie dell’eurozona e della Gran Bretagna hanno contribuito a delineare uno scenario macro particolarmente ribassista, mantenendo vive le speranze dell’arrivo di un nuovo quantitative easing.

Tuttavia la stagione delle trimestrali si è aperta in positivo, superando del 6% le attese degli analisti e dando supporto ai mercati.

“Il mix fattori che sta guidando gli indici è composto da speranze di nuovi alleggerimenti quantitativi e buoni utili. In quest’ultimo ambito abbiamo riscontrato alcune piacevoli sorprese” commenta Richard Hunter di Hargreaves Lansdown.

Secondo l’analista il momento positivo dei mercati potrebbe perdurare anche nel caso in cui la Federal Reserve dovesse decidere di non optare per un terzo quantitative easing, perchè vorrebbe dire che i dati economici sono in miglioramento. E ciò costituirebbe di per sè un propulsore per il sentiment dei mercati.

In generale, l’azionario potrebbe vedere oggi una certa volatilità, associata alla scadenza delle opzioni di luglio sugli indici europei.

Il comparto bancario, che aveva guidato i rialzi degli ultimi giorni, ritraccia sulla scia di una serie di prese di profitto, con Barclays, Deutsche Bank e HSBC che perdono fino all’1,3%, mentre lo scandalo legato al Libor continua a impattare sul settore.

Intorno alle 11,10 il FTSEurofirst 300 perde lo 0,14%. Tra le singole piazze Londra scende dello 0,25%, Francoforte sale dello 0,005% e Parigi scende dello 0,13%.

Tra i titoli in evidenza:

* Performance negative per VODAFONE che si indebolisce di quasi 2%, dopo la notizia di una crescita organica sotto le attese nel primo trimestre. La società ha registrato un fatturato di 9,98 miliardi di sterline, riflettendo una crescita organica su base annua dello 0,6% a fronte di un consensus dello 0,9% e dopo un sorprendente +2,4% nel trimestre precedente. In Europa i mercati peggiori si confermano quello italiano e spagnolo.

* NOKIA perde il 2%, dopo che broker e banche, tra cui UBS e Barclays, hanno tagliato i target di prezzo e le stime sugli utili della società finlandese, che ieri ha riportato forti perdite nel secondo trimestre e ha previsto un terzo trimestre ancora peggiore.

* Dopo un’apertura negativa, il titolo di HEINEKEN guadagna l’1,6%, con il mercato che tenta di digerire la notizia dell’offerta da 5,1 miliardi di dollari della società olandese per Asia Pacific Breweries, uno dei maggiori produttori di birra dell’area Asia-Pacifico.

* Positivo il titolo di SCANIA, colosso svedese del trasporto su gomma, che guadagna oltre il 6% grazie a un libro ordini migliore delle attese e nonostante i risultati sostanzialmente negativi.

* AZKONOBEL sale dell’1,2%, dopo l’upgrade di Credit Suiss a “neutral” e i rialzi dei target price di HSBC e Nomura all’indomani dei risultati positivi del trimestre.

* Deludono le notizie di un possibile taglio dell’outlook di DEUTSCHE POST DHL a causa delle insolvenze della società di vendite per corrispondenza Neckermann, uno dei principale clienti della società tedesca. Tra i peggiori tre performer del Dax, il titolo di DB perde l’1,5%.

* Bene BARCO, società belga attiva nelle tecnologie per i display, che mette a segno un +5,6%, salendo ai massimi di due mesi dopo utili del primo trimestre superiori alle aspettative. KBC Securities ha rialzato il titolo a “buy” da “accumulate”, grazie a risultati “positivi su tutta la linea”.

* Il conglomerato norvegese ORKLA perde il 3,5% dopo la notizia che gli utili core sono inferiori alle attese del mercato.

* MECOM GROUP, gruppo editoriale europeo, guadagna oltre il 10% sull’annuncio di una revisione strategica del business e del passo indietro dell’AD Tom Toumazis previsto per settembre.

* La francese EADS sale del 4,2% dopo la promozione di Goldman Sachs del rating della società a “buy”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below