19 luglio 2012 / 17:11 / tra 5 anni

Tap, Enel interessata a rilevare quota 10-20% da Egl e Statoil

BRUXELLES/ROMA (Reuters) - Enel è interessata a rilevare una quota fra il 10 e il 20% nel gasdotto Tap dalla svizzera Egl e dalla norvegese Statoil, partner del consorzio.

Lo ha detto a Reuters una fonte industriale vicina a Tap, mentre il ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera conferma l‘interesse del governo italiano, che controlla Enel, per il gasdotto.

“Enel è interessata a una quota fra il 10 e il 20% nel Tap che potrebbe acquisire dalle quote di Egl a Statoil”, ha detto la fonte.

“C‘è il nostro grande impegno perché il Tap sia un‘alternativa molto interessante per tutte le parti in causa e per far sì che l‘intero corridoio Sud possa passare attraverso l‘Italia”, ha detto Passera commentando - a margine di un convegno - l‘interesse di Enel per il gasdotto.

Già nel maggio scorso l‘Ad di Enel Fuilvio Conti aveva confermato l‘interesse di Enel per il Tap.

I partner di Tap sono la norvegese Statoil, la svizzera Egl e la tedesca E.On Ruhrgas.

(Alberto Sisto)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below