12 luglio 2012 / 07:25 / tra 5 anni

Borsa Milano chiude in calo del 2%, affondano Telecom e FonSai

MILANO (Reuters) - Piazza Affari chiude in netto calo ampliando un movimento che coinvolge anche le altre borse europee e accelerato dall‘avvio negativo di Wall Street.

Operatori di borsa. REUTERS/Alex Domanski

Sui mercati pesano i timori per l‘andamento dell‘economia globale, che mostra segni di rallentamento anche in Asia e America Latina, e la lettura, ieri sera, delle minute della Fed che non lascia spazio alle speculazioni su nuovi stimoli in arrivo.

Milano fa peggio del resto d‘Europa perchè zavorrata dal tonfo di Telecom e dalla debolezza dei titoli bancari, penalizzati dal progressivo allargamento dello spread tra Btp e Bund.

L‘indice FTSE Mib cede il 2%, l‘Allshare l‘1,82%, mentre il benchmark europeo FTSEurofirst 300 perde intorno all‘1%. Negativi anche gli indici Usa.

* TELECOM affonda con un calo del 6,5% principalmente a causa dei timori di un rallentamento dell‘economia del Brasile, dove anche la controllata Tim Participacoes è in forte calo per la paura di sanzioni da parte del governo legate alla qualità del servizio.

* Ancora giù i titoli del lusso, già fortemente venduti ieri sulla scia dei risultati di Burberry, con TOD‘S e FERRAGAMO tra i peggiori del listino.

* Prosegue la debolezza su MEDIASET (-3,8%) e sull‘intero settore media, ribassi più contenuti sull‘automotive con FIAT tra i titoli più resistenti a Milano a -0,34%.

* IMPREGILO chiude a -1,5% nel giorno dell‘assemblea che ha respinto la richiesta di Gavio di rinvio al 3 settembre e si è aggiornata a martedì 17.

* Negative le banche, dove soffrono soprattutto le popolari con POP EMILIA -4,5% e BANCO POPOLARE quasi a -4%. Lo stoxx europeo CEDE L‘1,7%. Soffre anche MEDIOBANCA che chiude a -3,7%.

* A2A è l‘unico segno più del FTSEMib che con un +0,19% quasi azzera il tentativo di rimbalzo della mattina.

* In forte calo FONSAI e UNIPOL, rispettivamente a -11,5% e -5,3%, dopo il via libera Consob ai prospetti degli aumenti di capitale che partiranno lunedì e propedeutici alla fusione a quattro con Milano e Premafin.[ID:nL6E8IC8TI] Pesante anche Premafin, mentre la Milano chiude in rialzo. “L‘operazione con Unipol ha superato l‘ultimo grosso ostacolo. Penso che il mercato inizi a ragiornare sui termini degli aumenti”, commenta un trader.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below