3 luglio 2012 / 09:55 / 5 anni fa

Mediaset, raccolta pubblicità stabile, investimenti per 2 mld

di Ilaria Polleschi

MILANO (Reuters) - Mediaset investirà due miliardi di euro in “puri contenuti”, malgrado la raccolta pubblicitaria “stabile” anche a livello semestrale, in base a un trend che ha visto chiudere il primo trimestre del 2012 in calo del 10,2%.

Presentando ieri sera i palinsesti autunnali della tre reti in chiaro del Biscione - che vedono confermate le fiction, i programmi di Maria De Filippi e prevedono nuovi programmi di intrattenimento in prima serata - Berlusconi jr ha ribadito più di una volta che la situazione sul mercato “è brutta”, “drammatica”, “complicata” e che “è impossibile fare previsioni sull‘andamento dei ricavi per i prossimi mesi”, dopo che il gruppo ha chiuso il primo trimestre con un crollo dell‘utile netto dell‘85%.

“Su giugno gli Europei di calcio non hanno pesato in maniera positiva”, ha sottolineato ancora il vicepresidente parlando della raccolta pubblicitaria, ricordando che “sul mercato non ci sono soldi” e che gli inserzionisti non vogliono investire “perché tanto non compra nessuno”.

“Quello che ho visto succedere sul mercato tra novembre e gennaio non me lo sarei mai aspettato, la situazione è complicata”, ha continuato.

Anche per quanto riguarda la pay tv, il mercato è “in contrazione”, ma Mediaset Premium anche se “non sta guadagnando abbonati sta guadagnando quote di mercato”, oltre ad aver ricevuto “segnali di interesse da più di una grande azienda straniera”.

“Ma non c‘è niente di aperto, nessuna trattativa in corso”, ha sottolinenato ancora il vicepresidente parlando di Premium, che pur restando “un‘attività strategica in termini difensivi” nei confronti di Sky “ritarderà di due o tre anni il break even a causa della crisi”.

“E’ un momento di mercato drammatico” per le pay tv, “sta scendendo il numero degli abbonamenti ma noi, sarà per il prezzo o la tecnologia, stiamo tenendo un po’ meglio della concorrenza”, ha aggiunto.

Per quanto riguarda un possibile accordo con uno dei giganti del Web, Berlusconi jr ha spiegato di aver “rilevato interesse a farsi raccogliere pubblicità da noi da parte di quasi tutti i colossi di Internet”, ma non è chiaro se un contratto verrà chiuso entro fine anno o più avanti.

Intanto, nonostante gli investimenti da 2 miliardi, di cui 1,5 miliardi in Italia, Mediaset prosegue con il piano di efficienza per tagliare 250 milioni di euro di costi in tre anni e mantenere la riduzione sulla stessa cifra dal terzo anno in poi.

“Ma abbiamo anche altre manovre pronte. Si tratta comunque di un lavoro da certosini, con decine e decine di voci”.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below