June 26, 2012 / 3:29 PM / 6 years ago

Rinnovabili, più flessibilità ed esenzioni in nuovi decreti

ROMA (Reuters) - I decreti sulle energie rinnovabili che il ministero dello Sviluppo economico si appresta a modificare saranno più flessibili per le registrazioni degli impianti, esentando per esempio quelli delle zone terremotate dell’Emilia, introdurranno premi per la rimozione dell’Eternit e spalmeranno su un tempo più lungo l’entrata in vigore degli incentivi.

Lo ha detto oggi il ministro Corrado Passera durante un’audizione presso la commissione Ambiente della Camera.

Il ministro, che non ha indicato una data per il varo dei decreti ministeriali modificati, ha parlato anche di “un incremento complessivo del budget”. Nei giorni scorsi, tre fonti hanno detto a Reuters che il tetto annuo per gli incentivi al solare verranno innalzati a 750 milioni di euro circa rispetto ai precedenti 500 milioni.

Nell’audizione di oggi, Passera ha detto di aver “valutato e recepito” molte delle richieste avanzate dalle regioni e dagli enti locali, oltre ai suggerimenti espressi nelle settimane scorse dalla Commissione europea.

Tra le modifiche annunciate dal ministro, “maggiore flessibilità nella definizione delle soglie oltre le quali scatta il meccanismo dell’iscrizione al registro”, con esenzioni per impianti “innovativi”, “a concentrazione”, in sostituzione dell’amianto, quelli di amministrazioni pubbliche e realizzati nelle zone terremotate della Emilia-Romagna.

Il ministro si è impegnato anche a semplificare le procedure di registrazione, attraverso l’autocertificazione, e ha annunciato che nella nuova normativa ci saranno “premi specifici per i prodotti di origine europea, per la sostituzione di coperture Eternit e di un incentivo particolare per il fotovoltaico innovativo”.

Sarà allargata la platea degli impianti destinatari degli incentivi, che riguarderanno anche fabbricati rurali, cave, miniere, “capannoni non condizionati termicamente”, aree e distretti industriali in crisi.

Passera ha detto che ci sarà anche “una gestione più graduale della data di entrata in vigore dei nuovi incentivi, affinché possano confermarsi le aspettative in base alle quali gli investimenti sono stati messi in atto...”, ma non ha indicato tempi precisi.

Infine, il ministro ha annunciato entro “poche settimane” il varo degli altri decreti sulle energie rinnovabili (come quelli sul geotermico e le biomasse) ed, “entro quest’estate” la presentazione del nuovo piano energetico nazionale.

(Massimiliano Di Giorgio)

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below