20 giugno 2012 / 17:39 / tra 5 anni

Ifil-Exor, Cassazione annulla sentenza assoluzione

ROMA (Reuters) - La Corte di Cassazione ha parzialmente annullato la sentenza del processo Ifil-Exor con cui il tribunale di Torino, nel dicembre scorso, assolse Franzo Grande Stevens, Gianluigi Gabetti e Virgilio Marrone dall‘accusa di aggiotaggio.

Gli atti sono stati rinviati dalla Suprema Corte alla Corte d‘appello di Torino dove si dovrà celebrare il nuovo processo.

Contro la sentenza di assoluzione avevano presentato ricorso direttamente all‘Alta Corte la procura di Torino e la Consob, che si era costituita parte civile.

Il procedimento di primo grado, sull‘utilizzo da parte di Ifil (oggi fusa in Exor) di contratti equity swap per mantenere il 30% di Fiat dopo la conversione del prestito concesso dalle banche, si era concluso lo scorso dicembre con l‘assoluzione degli imputati.

Il ricorso presentato direttamente in Cassazione dopo il procedimento di primo grado, bypassando la Corte d‘Appello, è chiamato “per saltum” e prevede che non siano analizzate questioni di fatto ma solo di diritto.

La finalità, generalmente, è di arrivare a un giudizio definitivo risparmiando tempo.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below