28 maggio 2012 / 11:39 / tra 6 anni

Btp chiudono in calo su pressioni da Spagna, domani asta Bot

MILANO (Reuters) - Sono soprattutto i timori per la situazione spagnola ad aver pesato sul mercato obbligazionario italiano, che chiude accentuando leggermente il calo della mattina e l‘allargamento dello spread con la Germania, con un ulteriore appiattimento della curva.

“E’ la Spagna che preoccupa soprattutto: stavolta non è l‘Italia” dice un dealer.

Lo stesso primo ministro Mariano Rajoy ha detto oggi che la Spagna sta vivendo ”un momento estremamente difficile e che il paese potrebbe avere difficoltà di finanziamento qualora non riuscisse a ridurre il proprio deficit.

Continua a preoccupare Bankia, la banca spagnola nata nel 2010 dalla fusione di sette casse di risparmio che aveva già ricevuto fondi pubblici per 4,5 miliardi, che ha chiesto aiuti per 19 miliardi. Rajoy ha detto che il salvataggio pubblico di Bankia non ha influenzato il premio al rischio della Spagna.

Lo spread Spagna/Germania è salito fino a 513 punti base, il massimo dei 13 anni di vita dell‘euro. Quello tra Italia e Germania chiude in area 450 pb. La differenza tra Spagna e Italia ha toccato in alcuni momenti i 70 punti base (a favore dell‘Italia), livello non visto dal giugno dello scorso anno. A fine 2011 aveva toccato un massimo a 180-190 pb.

In ambito italiano un certo risalto è stato dato sul mercato ai progetti di spending review del governo. Oggi Palazzo Chigi in un comunicato ha detto che entro giugno saranno operativi i tagli per 4,2 miliardi.

“Non sembra nemmeno si stia parlando di Italia... se succederà davvero e se poi verranno fatti gli altri tagli programmati, potrebbe essere un segnale davvero positivo” dice un dealer da Londra

Oggi si è tenuta la prima delle tre sedute d‘asta italiane della settimana, con l‘offerta di Ctz zero coupon e BTPei indicizzati all‘inflazione della zona euro, collocati per il massimo del range di offerta, a rendimenti in rialzo, ma in linea con il mercato.

Attenzione domani all‘asta sui Bot a sei mesi per 8,5 miliardi, ben sotto l‘ammontare in scadenza di circa 12 miliardi. Sul grey market stasera quota un rendimento in area un anno 2,05%. Il semestrale era stato collocato al tasso dell‘1,772%.

Sullo sfondo poi ci sono i timori anche per l‘Irlanda, giovedì impegnata nel referendum sul fiscal compact che per quanto non si tratti di un voto vincolante (è sufficiente l‘approvazione di 12 dei 17 paesi dell‘area per l‘entrata in vigore del patto), resta un tema delicato.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below