May 24, 2012 / 6:59 AM / 6 years ago

Borse Asia Pacifico fiacche, brilla Mumbai

MILANO (Reuters) - Borse asiatiche sotto tono stamani: i mercati si sono mostrati vulnerabili alla flessione degli ordini in Cina e all’esito del vertice dei leader europei, da cui non sono emerse misure concrete per affrontare il rischio di un’uscita della Grecia dalla zona euro.

L’indice Msci dell’area Asia-Pacifico arretra dello 0,15% intorno alle 8,30 ora italiana. Il Nikkei, non compreso nell’indice, ha terminato poco variato.

La borsa australiana, che è pesantemente esposta alla domanda cinese di materie prime, ha perso lo 0,3% circa.

In ribasso anche HONG KONG e SHANGHAI dopo che il Pmi manifatturiero flash di maggio ha mostrato un calo a 48,7 dal 49,3 di aprile. In controtendenza Prada (+0,11%). Brilla MUMBAI con gli investitori che festeggiano la decisione del governo di aumentare i prezzi della benzina, decisione che viene vista come l’inizio di una nuova fase di riforme. Corrono i gruppi petroliferi pubblici Bharat Petroleum Corp, HPCL e Indian Oil Corp.

In tenuta SINGAPORE mentre SEOUL chiude in marginale rialzo sostenuta dal rally di costruttori come Daewoo Engineering & Construction e Daelim Industrial. A TAIWAN pesano biotech e produttori di componentistica elettronica. In controtendenza TSMC dopo un’alleanza con la giapponese Renesas.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below