10 maggio 2012 / 17:09 / tra 6 anni

Francia, Hollande contro aziende sane che licenziano

PARIGI (Reuters) - Il presidente eletto francese François Hollande vuole rendere finanziariamente più oneroso per le aziende sane licenziare i dependenti ed è pronto al braccio di ferro con grandi società del calibro di General Motors per costringerle ad adottare un approccio più “morale”, come ha detto oggi un suo consigliere.

Hollande, che entrerà in carica il 15 maggio, ha detto prima della vittoria elettorale di domenica che avrebbe cercato di imporre delle penalità alle aziende in attivo che annunciano esuberi soltanto per aumentare il loro valore in Borsa.

In vista dei massicci licenziamenti annunciati dal retailer Carrefour e dalle case automobilistiche General Motors (GM) e PSA Peugeot-Citroen, il consigliere di Hollande, Michel Sapin, ha detto che il neo presidente cercherà di mantenere la sua promessa elettorale.

Sapin, che viene segnalato come prossimo primo ministro o ministro delle finanze, ha detto alla radio France Inter che l‘obiettivo sarebbe quello di rendere “estremamente costoso” per le aziende accrescere la capitalizzazione di Borsa grazie a piani di licenziamento.

- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below