24 aprile 2012 / 16:43 / 5 anni fa

Edipower, Tassara pronta ad azioni legali, scontro su prezzo

MILANO (Reuters) - E’ scontro aperto fra la Carlo Tassara di Romain Zaleski e il Cda di Edison sul prezzo di cessione del 50% di Edipower a Delmi, parte del riassetto del gruppo, che porterà Foro Buonaparte sotto il controllo di Edf.

Per il finanziere franco-polacco, detentore del 10% di Edison, dato in pegno a Intesa Sp e Unicredit, il prezzo giusto per la vendita della partecipazione non è 600 milioni di euro, ma bensì 1.131 milioni, pari al valore di carico della quota nell‘ultimo bilancio di 1.066 milioni, più 65 milioni di avviamento. “Un prezzo più giusto e più realistico”, ha detto la rappresentante di Zaleski in assemblea, Elena Balduzzi. La differenza fra il prezzo di cessione e il valore di carico indica, secondo Tassara, l‘obiettivo delle parti di riparametrare verso il basso il prezzo dell‘Opa che Edf dovrà lanciare sulle minoranze di Foro Buonaparte a seguito del change of control, il tutto a sfavore dei soci di minoranza.

Secondo il Cda di Edison, invece, 600 milioni sono un valore corretto, anzi, il consigliere indipendente, Gian Maria Gros-Pietro, mette in guardia da un ulteriore ritardo nel clsoing dell‘operazione atteso a fine giugno: “Con questa operazione, che è nelle nostre potenzialità di bloccare, tiriamo fuori Edison da una situazione finanziaria che non sappiamo come risolvere, altrimenti l‘unica alternativa è un aumento di capitale”.

Avvicinato al termine dell‘assemblea, Gros-Pietro ha detto che “più alto è il valore di Edipower meglio è per gli azionisti...se qualcuno è disposto a valutarla il doppio”.

Nel corso del suo intervento, il manager ha sostenuto che nel 2011 si è registrata una perdita di valore molto rapida per la ex genco Enel dovuta all‘andamento dei margini del sistema elettrico. Di qui il via libera degli adviser Goldman Sachs e Rotschild sulla congruità del prezzo di cessione pattuito con Delmi. E senza la vendita, Edison si ritroverebbe a rifinanziare 550 milioni di credito verso Edipower, con ricadute sulla situazione finanziaria del gruppo rilevanti.

Ma Tassara non demorde e, forte anche di quanto deciso dalla Consob lo scorso 4 aprile che ha suggerito a Edf di alzare il prezzo d‘Opa sulle minoranze a 0,895 euro per azione da 0,84 euro proposto dai francesi, non solo ha votato contro il bilancio 2011 di Edison, in assemblea, ma minaccia anche azioni legali. “La Tassara si riserva di difendere i propri interessi in tutte le sedi più opportune”, ha detto.

Dopo l‘esposto in Consob contro il prezzo dell‘Opa, ci sarà anche un passaggio in tribunale? è stato chiesto dai giornalisti a Mario Cocchi, consigliere per conto di Tassara in Edison: “Lo sapete meglio di me come funzionano queste cose”, si è limitato a dire. Nessuna indicazione, invece, se Tassara aderirà o meno all‘Opa.

Dal quartier generale di Edf a Parigi non c‘è ancora una proposta su come concludere l‘operazione. Se da un lato, l‘opzione più probabile sembra quella di ritoccare il prezzo dell‘Opa, come indicato dalla Consob, dall‘altro questa operazione potrebbe esporre il consiglio di Edison ad una battaglia legale da parte dei soci di minoranza.

Verrebbe sancito, infatti, che l‘accordo del 26 dicembre - che prevede la cessione del 50% di Transaplina di Energia da parte di Delmi (51% A2A) a un prezzo di 0,84 euro per azione a fronte dell‘acquisto del 50% di Edipower da Edison per 600 milioni - valorizza tutta Edipower intorno a 1,1-2 miliardi di euro, molto meno del suo valore di carico, come emerso oggi. Valore giudicato basso anche dalla stessa Commissione, forte della perizia fatta redigere da Delmi al professor Maurizio Dallocchio che esprime una valore di 1,45 miliardi per il 100% di Edipower.

“Sono fiducioso che i soci stanno lavorando per trovare una soluzione. L‘intenzione è di chiudere l‘operazione entro fine giugno”, ha

[Story not fully loaded, incomplete text]

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below