22 marzo 2012 / 07:49 / tra 6 anni

Borse Asia-Pacifico, indici misti ma sotto massimi dopo dati Cina

MILANO (Reuters) - Seduta mista per le borse dell‘area Asia-Pacifico, che hanno perso gran parte dei loro guadagni iniziali dopo la pubblicazione dei dati cinesi sul settore manifatturiero cinese, che ha registrato la quinta contrazione mensile consecutiva rinnovando i timori di un generale rallentamento della seconda economia mondiale.

“Il Pmi cinese senza dubbio dominerà il clima dei mercati fino a che non saranno i Pmi europei al centro del palcoscenico”, dice in una nota IG Market.

Intorno alle 8,30 italiane, l‘indice Msci dell‘area Asia-Pacifico sale di circa lo 0,19%. La borsa di Tokyo, non compresa nell‘indice, ha chiuso con un rialzo dello 0,4%.

Dopo il Pmi flash cinese HONG KONG e SHANGHAI hanno praticamente azzerato i rialzi. “Gli investitori sono molto cauti, prendono profitti quando vedono dati non troppo buoni, soprattutto dopo il rally dei primi due mesi dell‘anno”, dice Peter So, a capo della ricerca di CCB International Securities.

In controtendenza TAIWAN, salita di quasi l‘1% grazie al rialzo degli istituti di credito in vista della decisione della banca centrale sui tassi di interesse, attesa più avanti nella giornata.

Positiva SYDNEY grazie alla debolezza del dollaro australiano - penalizzato anche lui dai dati cinesi - che può favorire la crescita degli utili delle imprese locali. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below