March 9, 2012 / 7:44 AM / 6 years ago

Grecia, adesioni a piano swap titoli Stato a 85,8%

ATENE (Reuters) - La Grecia passa l’esame dello swap: il piano di concambio volontario dei titoli di Stato detenuti da investitori privati ha infatti registrato adesioni per l’85,8% del totale.

Grecia, adesioni a piano swap titoli Stato a 85,8%. REUTERS/Yannis Behrakis

Lo ha comunicato il ministero delle Finanze ellenico, dopo che ieri sera alle ore 21 si è chiuso il termine per la partecipazione da parte dei soggetti interessati.

Dal comunicato si apprende che le adesioni ricevute hanno riguardato bond per complessivi 172 miliardi, di cui 152 miliardi di diritto greco.

Il tasso di partecipazione potrebbe raggiungere la soglia del 95,7% in caso di applicazione delle clausole di azione collettiva che potrebbero costringere ad aderire anche chi si è per ora astenuto. La Grecia - prosegue il comunicato - ha informato i partner internazionali della volontà di far scattare tali clausole sui bond di diritto greco in circolazione non ancora consegnati allo swap.

Atene ha inoltre esteso al 23 marzo il termine per l’adesione allo swap per le obbligazioni di diritto non greco e per quelle emessi dal società statali. Oltre tale data, si specifica, non ci saranno ulteriori opportunità d’adesione.

Il piano - che riguarda complessivi 206 miliardi di governativi greci in circolazione - è parte integrante del secondo pacchetto di aiuti internazionali concesso al Paese, da 130 miliardi di euro. L’adesione comporta la svalutazione del 53,5% del valore nominale dei titoli di Stato consegnati, che in termini reali si traduce in una perdita totale del 74%.

Il portavoce del governo greco Pantelis Kapsis ha detto che il risultato è “un voto di fiducia” sulla capacità della Grecia di portare avanti profonde riforme strutturali. “Penso sia un momento storico”, ha detto alla tv privata Antenna.

La Grecia tuttavia rimane distante da una soluzione dei suoi problemi economici, politici e sociali. Le riforme chieste da Ue e Fmi e i tagli di bilancio hanno provocato violenze ad Atene e fatto salire il tasso di disoccupazione oltre il 20%, mentre il paese si trova ad affrontare il quinto anno di recessione.

“E’ una buona notizia, è un bel successo” ha detto il ministro delle Finanze francese Francois Baroin alla radio Rtl. “Ci permette di stare su base volontaria, evitando il rischio di default”, ha aggiunto.

Il ministro delle Finanze tedesco ha detto che il risultato è stato “un grande passo in avanti nella via per la stabilizzazione e per il consolidamento di un livello di debito sostenibile, che dà alla Grecia un’opportunità storica”.

L’International swaps and derivatives association (Isda) ha annunciato che si riunirà oggi, alle 14 ora italiana, per decidere se lo swap sul debito greco implica il pagamento di contratti “credit default swap” (Cds), per un valore di circa 3 miliardi di dollari.

I rendimenti dei titoli italiani e spagnoli sono scesi dopo l’annuncio da parte della Grecia. Al contrario, i titoli di stato del Portogallo hanno registrato un rialzo, con gli investitori che sembrano cercare il prossimo anello debole della zona euro.

I nuovi bond greci, che saranno emessi lunedì, sul “grey market” sono scambiati a circa un quinto del loro valore nominale, secondo alcuni trader e i dati Reuters.

I titoli con scadenza febbraio 2042 hanno un prezzo bid pari al 20% del valore nominale, mentre vengono offerti al 23% del valore nominale.

“Ciò indica che il mercato ancora non crede che la Grecia possa ripagare i propri debiti, anche se li posticipa di 20-30 anni”, ha spiegato un trader.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below