8 marzo 2012 / 08:34 / 6 anni fa

Borsa Milano chiude in rialzo, spread sopra 300 pb, euro risale

MILANO (Reuters) - Piazza Affari chiude in rialzo una seduta interamente vissuta sull‘attesa che lo swap del debito greco vada a buon fine.

La sede della borsa di Milano. REUTERS/Alessandro Garofalo

Il presidente del Consiglio italiano, Mario Monti, ha detto che la soluzione sul debito di Atene è molto vicina, dato che le adesioni hanno superato la soglia del 60%. Successivamente, un alto funzionario del governo greco ha detto che l‘adesione allo swap ha superato il 75%.

In chiusura, l‘indice FTSE Mib ha guadagnato l‘1,62%, l‘AllShare l‘1,62% e il MidCap l‘1,34%. Volumi per un controvalore di circa 2,66 miliardi.

L‘indice europeo FTSEurofirst 300 ha chiuso a +1,5%, mentre tra le singole piazze europee Francoforte ha chiuso a +2,5% come Parigi, mentre Londra si è fermata a +1,2%.

Il mercato obbligazionario italiano ha seguito con una certa volatilità, seppur contenuta, il discorso di Mario Draghi nella conferenza stampa che ha seguito la decisione di lasciare il tasso di riferimento invariato all‘1%.

Ciò che più ha pesato sui corsi, è stata la previsione di un rallentamento dell‘economia e di un rialzo dell‘inflazione, per altro attese.

Su piattaforma Tradeweb, lo spread decennale Italia-Germania, nel corso del pomeriggio è risalito fino a 306 pb, lo stesso livello su cui aveva aperto, per poi riposizionarsi in chiusura sui 300 pb. Alle 19 si attesta a 302 pb. Stamane aveva segnato un a 293 punti base, livello più basso dal 30 agosto scorso (294,7 pb), contro i 316 pb della chiusura di ieri.

Il rendimento sul benchmark decennale italiano alle 18 è a 4,81%, dopo che stamane aveva segnato un minimo a 4,75%, il livello più basso dal 3 giugno 2011 (4,63%).

Le notizie positive che arrivano dalla Grecia spingono al rialzo anche l‘euro, che si tiene ben lontano dai minimi a tre settimane segnati ieri sul dollaro, anche dopo la comunicazione da parte della Bce della decisione di mantenere invariato il costo del denaro all‘1%.

Alle 19 italiane la moneta unica passa di mano a 1,3264 sul dollaro e tiene a distanza il minimo da tre settimane sulla controparte Usa segnato ieri, quando era scivolato a 1,3109 dollari.

L‘ottimismo sull‘esito dello swap del debito greco sostiene anche il greggio, che è arrivato a guadagnare anche due dollari in giornata. Alle 19 italiane il Brent sale di 1,27 dollari a 125,39 dollari al barile; il greggio Usa è in rialzo di 67 centesimi a 106,83 dollari.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below