February 24, 2012 / 8:24 AM / 6 years ago

Borsa Milano chiude in rialzo con banche, balza Telecom Italia

MILANO (Reuters) - Dopo i ribassi delle ultime due sedute Piazza Affari recupera grazie alla spinta dei finanziari e ai rassicuranti dati di Telecom Italia in un mercato azionario che sembra comunque avere esaurito la recente spinta propulsiva e che sembra proiettato verso una fase di consolidamento.

Trader a lavoro in borsa. REUTERS/Brendan McDermid

Il clima è stato favorito anche dal buon risultato delle aste di titoli di stato italiani che si sono svolte in mattinata e che hanno influenzato positivamente i titoli bancari.

“Cedo che il mercato si stia consolidando attorno a questi livelli e la fase di stabilizzazione potrebbe durare per un certo periodo anche con un aumento di volatilità” dice Massimiliano Storti, di MC Gestioni sgr.

I forti rialzi nelle ultime settimana - spiega il gestore - “erano dovuti al fatto che lo scenario più pessimista, come il default della Grecia e la crisi dell’euro, è stato tolto da quelli possibili. Tuttavia per continuare il trend rialzista si devono innescare delle situazioni non ancora presenti che riguardano la crescita e la capacità delle aziende di fare utili”, aggiunge.

Il FTSE Mib chiude in rialzo dell’1,07%, l’Allshare dell’1%. I volumi sono intorno 1,6 miliardi di euro.

L’indice europeo FTSEUrofirst 300 avanza dello 0,19% mentre a Wall Street gli indici viaggiano in live rialzo.

* Brilla TELECOM ITALIA che mette a segno un rialzo del 6,84% dopo i risultati in linea con le attese e il monte dividendi del 2012 nella parte bassa delle previsioni. [ID:nL5E8DO110] Gli operatori sottolineano le forti ricoperture sul titolo che aveva già scontato le notizie negative. “Il taglio del dividendo è comunque migliore delle attese”, commenta un trader.

* In luce i bancari, colpiti ieri da consistenti vendite, e oggi in denaro grazie al buon esito delle aste italiane mentre uno studio di Nomura ha alzato i target price di diversi istituti.

La migliore tra le big è INTESA SP con un rialzo del 2,9%, seguita da MEDIOBANCA, UNICREDIT UBI e POP MILANO in salita di oltre il 2% a fronte del paniere bancario europeo in rialzo dell’1% circa. Recupera dai minimi di seduta MPS, che sale dell’1,55%. “E’ un titolo che è salito moltissmo da inizio anno”, nota un trader.

* Debole TENARIS (-1,6%) dopo risultati e guidance positivi che però gli analisti giudicano già scontati dal mercato.

* Rimbalza MEDIASET (+1,99%) dopo aver perso oltre il 3% ieri.

* Con scambi a singhizzo per le numerose sospensioni in asta, balza del 23,4% PREMAFIN dopo aver incassato ieri più del 36%; la controllata FONDIARIA-SAI sale del 3,6%, MILANO ASSICURAZIONI sale dell’1,19%, dopo che ieri avevano perso rispettivamente il 13% e l’11%. “L’aria di battaglia accende la speculazione”, dice un trader.

Le società del gruppo Ligresti sono al centro di uno scontro per il controllo tra UNIPOL (+1,46%) - supportata da Unicredit e Mediobanca - e il duo Palladio-Sator, che mercoledì sera ha presentato a sorpresa una controproposta che passa per un aumento di capitale di Premafin fino a 450 milioni, per gran parte riservato ai due partner.

* Tra i titoli più piccoli, in luce BREMBO che ha conquistato un “buy” da Ubs dopo i risultati trimestrali.

* Pesante TREVI, su cui Mediobanca ha tagliato il rating a “underperform” da “outperform” con target a 5,7 da 8,5 euro.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below