February 22, 2012 / 10:46 AM / 6 years ago

G20 attendono rassicurazioni zona euro a meeting Messico

CITTA’ DEL MESSICO (Reuters) - Sarà ancora la crisi del debito della zona euro a dominare i colloqui tra i ministri delle Finanze e i banchieri centrali del Gruppo dei Venti (G20) che si incontrano questo fine settimana a Città del Messico.

Il ministro delle Finanze giapponese Jun Azumi. REUTERS/Toru Hanai

Paesi avanzati ed emergenti che non fanno parte dell’euro attendono nuove rassicurazioni dall’Unione europea sulla volontà di rafforzare le proprie reti di sicurezza contro la crisi. Risposte convincenti potrebbero aiutare i politici a fare passi avanti verso l’ampliamento delle risorse del Fondo monetario internazionale per aiutare le vittime della crisi.

Ma l’attesa è che un accordo dettagliato sulla dotazione finanziaria dell’Fmi non arriverà nel corso della riunione del 25 e 26 febbraio, che precede di una settimana il vertice europeo che discuterà l’aumento delle risorse del fondo salvastati europeo.

“E’ altamente improbabile che i G20 raggiungano un accordo concreto sul finanziamento dell’Fmi questo mese” dice un funzionario G20. “E’ impossibile che una decisione sul Fondo possa arrivare prima che la zona euro decida sui suoi firewall”.

L’organismo multilaterale punta a più che raddoppiare la sua dotazione, raccogliendo 600 miliardi di dollari per fronteggiare gli impatti della crisi del debito, ma per ora il piano di scontra con la ritrosia di paesi del calibro di Stati Uniti e Canada.

Molti membri del G20 che non appartengono al club dell’euro dicono che gli europei dovrebbero prima destinare maggiori risorse per contenere il contagio, ad esempio combinando le capacità di prestito dei propri fondi di salvataggio (Efsf e Esm), per portare a 750 miliardi di euro le risorse non ancora intaccate dagli interventi a sostegno dei periferici.

I leader europei decideranno nel vertice dell’1 e del 2 marzo se combinare fondo temporaneo e permanente e la bozza del documento preparato per il summit, visionata da Reuters, mostra che la Ue chiede ai G20 di ampliare le risorse dell’Fmi ad aprile, nell’incontro di Washington.

Anche gli analisti si attendono un meeting interlocutorio a Città del Messico. “Sarà tutto sulla Grecia, la crisi della zona euro e il contenimento del contagio” secondo l’economista Neigel Shearing di Capital Economics. “Le aspettative sono molto basse”.

Una seconda fonte G20 concede, però, che l’Europa potrebbe almeno fare accenno all’aumento dei firewall, aprendo la strada perchè il comunicato finale che sarà pubblicato il 26 febbraio includa almeno un riferimento all’aumento della dotazione del Fondo.

Funzionari dicono che circa 250 miliardi di dollari di nuovi fondi per l’Fmi dovrebbero arrivare dagli europei, mentre l’onere di assicurare il resto poggia quasi interamente su Cina e Giappone, con piccoli contributi possibili da Brasile, Argentina, Svizzera e Australia.

Il ministro delle Finanze Jun Azumi ha detto stamane che non si è ancora al punto di decidere l’ammontare delle contribuzioni individuali.

“E’ possibile che nel meeting di sabato ci sia solo un giro di tavolo tra i ministri sull’aumento delle risorse del Fondo” dice una terza fonte G20.

L’incontro del fine settimana, il primo sotto la presidenza messicana, dovrebbe segnare un ritorno “alle origini” nelle intenzioni dei latinoamericani, ma tanti temi sul tavolo, come la regolamentazione del settore bancario ombra, la riforma delle istituzioni multilaterali e la successione al presidente della Banca Mondiale uscente potrebbero rubare la scena ai temi più tradizionali.

(hanno collaborato Francesca Landini a Milano, Jan Strupczewski a Bruxelles, Tetsushi Kajimoto a Tokyo e Louise Egan ad Ottawa)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below