February 21, 2012 / 6:48 AM / 6 years ago

Borse Europa, indici incerti dopo aiuti a Grecia, giù petroliferi

MILANO (Reuters) - Avvio di seduta moderatamente negativo per le borse europee, che vedono prevalere le prese di beneficio dopo il via libera dell’Eurogruppo al nuovo pacchetto di aiuti alla Grecia.

Ora il focus si è spostato sulle prospettive dell’economia di Atene.

In rosso praticamente tutti i settori, in particolare i petroliferi.

Attorno alle 10 italiane, l’indice delle bluechip europee FTSEurofirst 300 scende dello 0,2% circa.

Per quanto riguarda le singole piazze, Francoforte perde lo 0,1% circa, Parigi è invariata e Londra arretra dello 0,2% circa.

Tra i titoli in evidenza:

* Debole in avvio l’automotive. RENAULT non beneficia della decisione di Citi di alzarne il target price a 46 da 35 euro, confermando buy.

* Toniche da tempo, le banche risentono di qualche realizzo, pur rimanendo positive. Gli istituti tedeschi, in particolare, non sembrano molto entusiasti del compromesso sulla Grecia: in lettera DEUTSCHE BANK e COMMERZBANK.

* Zoppicano le società minerarie. In controtendenza PETROPAVLOVSK: Nomura ne ha incrementato il rating a neutral da reduce.

* In calo le costruzioni. Corre FLSMIDTH: la società danese ha archiviato il quarto trimestre con risultati oltre le attese. In rosso WIENBERGER: il maggiore produttore al mondo di mattoni ha registrato un utile 2011 superiore alle stime, ma non ha fornito una previsione sull’anno in corso, dicendo che la visibilità in Europa orientale e Usa è limitata.

* Piatto il paniere dei gruppi chimici. Vola CRODA, grazie ad un utile 2011 superiore alle previsioni.

* Al palo il food&beverage. CSM pesante: il gruppo alimentare olandese ha annunciato una ristrutturazione o una cessione della divisione che si occupa di forniture di prodotti da forno, pronosticando un 2012 difficile.

* Poco mosso un settore tipicamente difensivo come lo healthcare, che vede ASTRAZENECA beneficiare parzialmente del via libera dell’Ue ad un farmaco per la cura del cancro alla tiroide. FRESENIUS risente di risultati del quarto trimestre inferiori alle stime.

* Andamento lento per le società finanziarie, con ICAP positiva dopo l’annuncio dell’acquisizione di Island Shipbrokers, società di Singapore con asset per 2,4 milioni di dollari.

* Arrancano le conglomerate industriali. THYSSEN paga dazio al downgrade, a sell da neutral, varato da Ubs.

* Piatte le compagnie assicurative, con ADMIRAL che corre dopo che Credit Suisse ne ha incrementato il rating ad outperform da neutral. Il comparto beneficia delle indiscrezioni di stampa secondo cui la Cina sta lavorando a nuove regole per permettere alle compagnie di finanziarsi con maggior facilità.

* Lo stoxx dei media procede in calo. WPP non si giova della decisione di Bofa-Merrill di aumentarne il target price a 925 da 775 pence.

* In ribasso i petroliferi, paradossalmente affossati dalla corsa dei prezzi del greggio, che, si teme, possa incidere sui margini delle compagnie.

* Lusso negativo. L’OREAL risente del taglio del rating, a neutral da buy, varato da Citi.

* Arretra il retail. COLRUYT pesante dopo che Goldman l’ha aggiunta alla conviction sell list.

* Tecnologici in linea con il clima dei mercati. Scende TEMENOS: l’operatore di private equity Vista Equity Partners, ieri sera, ha confermato di aver avviato contatti con MISYS (oltre +1%) al fine di presentare un’offerta d’acquisto alternativa rispetto a quella della società elvetica. Secondo il Financial Times, Vista è pronto a mettere sul piatto 360 pence per ogni azione, valutando Misys (che fornisce software al settore bancario) circa 1,2 miliardi di sterline.

* Il paniere delle tlc sale. Bene FRANCE TELECOM, sebbene la controllata egiziana Mobinil abbia chiuso il quarto trimestre con una perdita.

* Deboli le società legate ai viaggi e al tempo libero. LUFTHANSA in calo: il sindacato GdF ha annunciato che gli scioperi all’aeroporto di Francoforte proseguiranno fino a venerdì prossimo.

* Le utilities registrano la discesa di DRAX: il gestore della maggiore centrale a carbone della Gran Bretagna ha archiviato il 2011 con utili infieriore alle stime.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below