15 febbraio 2012 / 12:52 / 6 anni fa

Borsa Milano positiva, spread in zona 390 pb, euro in calo

MILANO (Reuters) - Piazza Affari chiude positiva, dopo una discesa dai massimi nel tardo pomeriggio favorita dal possibile rinvio del pacchetto di aiuti alla Grecia.

“Oggi stiamo muovendoci nella parte alta di questa palude dove siamo caduti sei mesi fa”, dice un trader. “Non c‘è lettera né denaro. E’ un mercato in perfetto equilibrio, aspetta il ‘la’ per rompere i massimi o tornare indietro”.

I funzionari dei ministeri delle Finanze della zona euro stanno esaminando diverse modalità per far slittare alcune parti o addirittura tutto il secondo pacchetto di salvataggio per la Grecia, evitando comunque un default disordinato del paese, hanno riferito alcune fonti Ue.

I dati migliori delle attese sull‘economia francese e tedesca e il maggiore ottimismo sul raggiungimento di una soluzione per sbloccare il secondo pacchetto di aiuti alla Grecia avevano sostenuto inizialmente i mercati.

L‘indice FTSE Mib sale dello 0,41%, l‘Allshare guadagna lo 0,2%, mentre l‘indice europeo FTSEurofirst chiude a + 0,6%. Tra le borse europee, Francoforte ha chiuso con un +0,6%, Parigi con un +0,5% e Londra è rimasta invariata.

A Wall Street gli indici sono misti sulla scia di dati macro Usa contrastanti e della notizia di un possibile rinvio del salvataggio greco.

L‘S&P ha toccato un nuovo massimo di sette mesi. Quest‘anno l‘indice ha registrato un rialzo ogni settimana - a eccezione del calo dello 0,2% della settimana scorsa - e molti esperti di mercato sono convinti che il mercato sia in una situazione di ipercomprato.

Intorno alle 18,15 italiane il Dow Jones cede lo 0,18%, lo Standard & Poor’s 500 guadagna lo 0,31% e il Nasdaq Composite sale dello 0,78%.

L‘ipotesi di uno slittamento del varo complessivo del secondo pacchetto di aiuti alla Grecia dopo le elezioni di aprile pesa invece sui Btp, che chiudono la seduta in calo e vedono riallargarsi il divario contro la controparte tedesca.

Alle 18, su piattaforma Tradeweb, il differenziale di rendimento tra decennali italiani e tedeschi si è portato a 390 punti base dai 367 della chiusura di ieri.

Anche l‘euro scivola ai minimi da più di una settimana sul dollaro dopo la notizia del possibile rinvio del pacchetto di aiuti alla Grecia.

Alle 18 italiane la moneta unica vale 1,3084 dollari, in calo rispetto alla chiusura di ieri a 1,3126.

I prezzi del greggio Usa e del Brent sono ulteriormente saliti dopo che l‘Eia, divisione del Dipartimento dell‘Energia americano, ha fatto sapere che le scorte di greggio negli Stati Uniti sono leggermente diminuite la scorsa settimana, contro le aspettative.

Alle 18,10 italiane il Brent sale di 1,34 dollari a 118,69 mentre il greggio Usa guadagna 87 centesimi a 101,61 dollari al barile.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below