February 14, 2012 / 11:19 AM / 7 years ago

Prezzi agricoli calano a gennaio, -2,8% su anno

ROMA (Reuters) - I prezzi agricoli hanno registrato un calo nel gennaio 2012, con un tendenziale -2,8% dovuto soprattutto alla diminuzione dei prezzi del bestiame. Lo rende noto oggi Ismea, l’Istituto di servizi per il mercato agricolo e alimentare.

Su base mensile, la flessione è stata dello 0,4%.

“Il calo congiunturale delle quotazioni è stato determinato dall’andamento negativo dei listini zootecnici (-3,5% su dicembre), solo in parte controbilanciato dai rialzi nel comparto delle coltivazioni (+3,3%)”, dice una nota di Ismea, secondo cui il bestiame vivo ha registrato in un solo mese un ribasso del 5,9%.

Calati anche i prezzi su base mensile del burro (-5%) e del Parmigiano reggiano (-1,5%).

Sono invece saliti del 6,9% su mese i prezzi degli ortaggi, anche per via del blocco dei Tir nella seconda metà di gennaio.

In aumento anche i prezzi dei vini (+8,9% su mese, +35,75 su anno), in continuità con gli ultimi due anni, dice Ismea.

(Massimiliano Di Giorgio)

— Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below