13 febbraio 2012 / 15:38 / tra 6 anni

Borsa Milano piatta, realizzi banche, balzo Fondiaria

MILANO (Reuters) - Piazza Affari chiude piatta a causa di realizzi nel finale, dopo gli acquisti della prima parte della seduta, che hanno seguito il via libera del Parlamento greco alle misure di austerità necessarie a sbloccare un secondo pacchetto di aiuti.

<p>Un trader esamina un grafico. REUTERS/Brendan McDermid</p>

I guadagni restano limitati perchè Atene deve fornire dettagli su 325 milioni di euro di ulteriori tagli e garanzie vincolanti che il piano verrà implementato prima di mercoledì.

“E’ una giornata molto lenta, non si fa moltissimo. Siamo partiti bene poi siamo scesi. Tutto è molto controllato”, dice un trader. “Sulla Grecia ci sono preoccupazioni molto più contenute rispetto al passato. Il mercato è ancora molto cauto, ma l‘idea generale è che la questione verrà gestita”.

L‘indice FTSE MIB chiude a +0,05%, l‘AllShare segna +0,03% e il MidCap sale dello 0,23%. Il FTSEurofirst 300 avanza dello 0,6%.

Volumi a 1,6 miliardi circa.

Il derivato sull‘indice benchmark italiano con scadenza marzo perde lo 0,4% a 16.425.

UNICREDIT continua la fase discendente iniziata un paio di sedute fa, quando ha toccato i massimi a 4,5 euro circa. Il titolo ha quasi raddoppiato il valore dai minimi dell‘aumento di capitale. Secondo un trader, “su questi livelli è arrivato, almeno in questa fase ed è naturale vedere prese di beneficio”. A inizio gennaio, in pieno aumento di capitale, alcuni analisti avevano indicato a Reuters un fair value intorno a 4 euro. La controllata Bank Austria vede svalutazioni ulteriori per 100 milioni sul debito greco.

* Realizzi anche su MPS e POP MILANO. Il settore bancario europeo sale dello 0,28%.

* Balzo a due cifre per FONDIARIA-SAI dopo che, nel fine settimana, la stampa ha parlato di un ulteriore rafforzamento di Palladio Finanziaria. Gli scambi, a 25 milioni di pezzi, sono quasi il triplo della media giornaliera.

* SAIPEM sale di oltre il 2% dopo risultati 2011 e previsioni migliori delle attese. Utile netto adjusted record.

* INDESIT tra le peggiori del listino dopo i risultati e le stime per il 2012 diffusi a fine della scorsa settimana. [IDnL5E8DA99Q]. Mediobanca ha abbassato il prezzo obiettivo sul titolo a 5 da 5,78 euro.

* RCS lascia sul campo oltre il 2%, dopo i dati.

Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below