9 febbraio 2012 / 07:38 / 6 anni fa

Borse Asia-Pacifico, indici contrastati, attese Grecia

TOKYO (Reuters) - Giornata contrastata per le borse dell‘area Asia-Pacifico, con i mercati senza una direzione, dopo che i leader politici greci non hanno ancora concluso l‘accordo necessario a dare il via libera al pacchetto di salvatggio, necessario per evitare un default disordinato.

I colloqui proseguiranno su una questione che rimane irrisolta, in modo da concludere prima dell‘incontro dei ministri finanziari di oggi, ha detto in una nota il primo ministro, Lucas Papademos.

Attorno alle 8,25 italiane, l‘indice Msci dell‘area Asia-Pacifico, che non comprende Tokyo, sale dello 0,16%. Il Nikkei ha perso lo 0,15%, appesantito dai dati sull‘inflazione in Cina.

* SHANGHAI poco mossa, con i rialzi del settore sviluppo immobiliare che compensano le perdite dei titoli finanziari, dopo che i dati sull‘inflazione più forti delle attese hanno raffreddato le speranze di un taglio sugli obblighi di riserva delle banche. Prada guadagna il 2,62%.

* TAIWAN positiva sui massimi di chiusura da sei mesi, trainata da titoli come HTC. Ma alcuni gestori ritengono che il recupero potrebbe finire a breve.

* SINGAPORE poco mossa, con il settore immobiliare che fa meglio del mercato.

* SIDNEY negativa sopra i minimi. Pesano i dati deludenti di BHP Billiton e Telstra.

* MUMBAI debole a causa di prese di beneficio con gli investitori cauti sui prossimi risultati.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below