6 febbraio 2012 / 07:58 / 6 anni fa

Borse Asia-Pacifico contrastate, aiuta Usa, timori Grecia

MILANO (Reuters) - Le borse dell‘area Asia-Pacifico sono contrastate, dopo una seduta positiva grazie ai dati forti sull‘occupazione Usa che aumentano la propensione al rischio degli investitori.

Pesano i timori della Grecia che portano a prese di beneficio nel finale di seduta.

Attorno alle 8,20 italiane, l‘indice Msci dell‘area Asia-Pacifico, che non comprende Tokyo, guadagna lo 0,3% circa. L‘indice Nikkei della borsa di Tokyo sale dell‘1,1%.

* Incerta HONG KONG, sostenuta inizialmente dagli acquisti su HSBC Holdings Plc. Prada -0,13%.

* SHANGHAI poco mossa. Acquisti sul principale produttore di carbone China Shenhua Energy Co Ltd.

* In rialzo SINGAPORE, galvanizzata dalla società del settore materie prime, Noble Group, che ha beneficiato di attese su un miglioramento dei conti e delle voci su un‘integrazione che coinvolga Glencore International e Xstrata Plc.

* Chiusura negativa per TAIWAN, dopo sei sedute consecutive con il segno più. I titoli bancari perdono terreno a causa di realizzi.

* SYDNEY chiude in rialzo sui dati Usa, con i minerari, come Bhp Billiton e Rio Tinto, tra i migliori del mercato.

* MUMBAI in rialzo, in un mercato ottimista sulle prospettive dell‘economia interna.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below