2 febbraio 2012 / 16:59 / tra 6 anni

Btp tornano a salire, spread a 375 pb, tasso 10 anni verso 5,60%

MILANO (Reuters) - I Btp nella seconda parte della seduta ha ritrovato brio e punta a nuovi rendimenti minimi.

I dealer dicono che gli acquisti sono arrivati da più parti, dal domestico e dall‘estero, e si sono spalmanti un po’ su tutta la curva, ma soprattutto sulla parte a breve, con ulterire irripidimento. Il rendimento del benchmark a 2 anni è sceso ai minimi da luglio scorso.

“Con l‘apertura del mercato Usa, per la seconda seduta di fila, abbiamo visto un‘accelerazione” dice un dealer.

“Acquisti diffusi e su tutta la curva, grazie alla buona liquidtà che c’è in giro”, dice un altro.

Lo spread di rendimento tra decennali Btp e bund, che stamane aveva rivisto quota 402 pb in concomitanza con le aste in Spagna, nel pomeriggio ha ricominciato a stringere e verso la chiusura è a 375 punti base, rinnovando il minimo dal 7 dicembre scoso (376,6 pb), dalla chiusura ieri a 386 pb.

Ma è soprattutto il rendimento del decennale a mostrare livelli interessanti: è sceso fino a 5,62%, il minimo dall‘11 ottobre scorso (5,59%).

Infine da notare che, la forte richiesta di carta a breve, ha portato il rendimento del Btp benchmark a 2 anni a un soffio dalla soglia del 3%, e comunque anche con una quotazione del 3,06% stasera è ai minimi dal 4 luglio scorso.

Alla base dell‘ottimismo resta la prospettiva di una conclusione dell‘accordo sullo swap del debito greco - che per Olli Rehn dovrebbe arrivare entro la settimana. Ma motivi di ottimismo sono da mettere in relazione anche - sottolineano i dealer - con le dichiarazioni del premier cinese, secondo cui la Cina sta valutando un maggior coivolgimento nei fondi salva-stati.

Ma è soprattutto la liquidità a giocare un ruolo importante per il mercato. Oltre all‘abbondanza di fondi in circolazione nel sistema bancario grazie ai finanziamenti della Bce, ieri sono venuti a scadere i Btp febbraio 2012, il che vuol dire che si liberano circa 26 miliardi, ed oltre ad esso scadono cedole per altri 650 milioni.

“Ciò che anora lascia dubbiosi è la resistenza dimostrata dal bund a questi livelli così alti” dice un altro dealer. “Fino a che non scende un po’ non sono convinto che i timori degli investitori siano state messe alle spalle”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below