24 gennaio 2012 / 08:24 / 6 anni fa

Borsa Milano chiude positiva, colpo di reni finale grazie banche

MILANO (Reuters) - Con un colpo di reni nel finale Piazza Affari riesce a chiudere con segno positivo sfruttando la scia dei bancari, anche oggi ben comprati.

<p>La sede della borsa di Milano. REUTERS/Alessandro Garofalo</p>

“Sono le banche”, è il commento lapidario di un trader.

In mattinata la seduta era stata dominata dai timori che la Grecia possa muoversi verso un default dopo che i ministri delle Finanze della zona euro hanno rigettato l‘offerta dei creditori privati per la ristrutturazione del debito.

L‘indice FTSE Mib ha chiuso in rialzo dello 0,14% dopo aver trascorso l‘intera seduta con segno meno. L‘Allshare ha guadagnato lo 0,16%. Volumi per 2,1 miliardi di euro circa.

* Dopo un‘incertezza iniziale, dovuta anche a fisiologiche prese di profitto, sono tornate a correre nel pomeriggio UNICREDIT e MPS, già ieri protagoniste con rialzi a due cifre. I due titoli sono ancora i peggiori dell‘ultimo anno con cali del 70 e del 67% rispettivamente.

Per UniCredit gioca a favore la speculazione su possibili mutamenti nell‘azionariato dopo che Leonardo Del Vecchio ha confermato che sta valutando l‘opzione di incrementare la propria quota. Bene anche BANCO POPOLARE, tiene INTESA, un po’ di realizzi su UBI BANCA.

* TELECOM ITALIA ha lasciato sul terreno il 3,55% contro uno stoxx di settore che cede l‘1,54%. Oggi Il Messaggero scrive che il Cda ha esaminato l‘andamento del gruppo e il presidente Franco Bernabè ha comunicato l‘intenzione di abbassare il monte dividendo 2011 a 900 milioni da 1,2 miliardi. Un portavoce non ha commentato le indiscrezioni.

* STM ha ceduto quasi il 6% dopo che nella notte ha pubblicato i conti del quarto trimestre e le anticipazioni su quello in corso. I ricavi nel trimestre sono calati e il gruppo ha comunicato che anche nel trimestre in corso registreranno una flessione.

* CREDEM vola a +6% dopo che Exane ha promosso il titolo a ‘outperform’ da ‘neutral’, riferisce un trader.

* SNAM è uno dei titoli migliori del listino principale su ricoperture dopo il calo di ieri e con il mercato che comincia ad apprezzare i risvolti positivi della separazione proprietaria dall‘ENI. “Il titolo ha sofferto molto nei giorni scorsi. Si tratta di un rimbalzo dettato anche dalla bontà del business e dalla visibilità su utili e dividendi”, spiega un trader. Secondo un analista di un broker italiano la separazione da Eni “è positiva per Snam da un punto di vista industriale”.

* Denaro su A2A e IREN: ieri è stato dato il via libera dal Cda di EDISON al riassetto del gruppo e alla cessione del 50% di Edipower che passerà sotto il controllo delle due utilities.

* FIAT in denaro sulla prospettiva - ipotizzata da un quotidiano - di nuovi incentivi per il settore auto. Per lo stesso motivo vola LANDI RENZO.

* Tra le small cap brilla ITWAY che ha comunicato che il consorzio formato con Ricci Bitti ha ottenuto dai Monopoli di Stato la concessione per la conduzione della rete telematica del gioco lecito.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below