January 19, 2012 / 1:22 PM / 6 years ago

Grecia, scarsi progressi da colloqui con creditori

LONDRA/ATENE (Reuters) - Il governo greco e i detentori di bond hanno fatto pochi progressi dalla ripresa delle trattative sullo swap sul debito.

Lo dicono tre fonti vicine alla vicenda, aggiungendo che il tempo a disposizione per un accordo che eviti un default disordinato del Paese si sta esaurendo rapidamente.

I negoziati si sono bloccati sulla cedola che la Grecia deve offire sui nuovi bond che saranno oggetto di scambio.

Atene e i suoi finanziatori esteri hanno offerto un dividendo appena sopra il 3,5%, ma i detentori di bond, che si aspettavano qualcosa sopra il 4%, hanno respinto l’offerta.

I colloqui tra il primo ministro, Lucas Papademos e Charles Dallara, responsabile dell’International Institute of Finance, che rappresenta i detentori di bond, riprenderanno questa sera.

Le parti devono raggiungere un accordo a giorni per consentire alla Grecia di ottenere nuovi finanziamenti ed evitare il default a marzo, quando scadono obbligazioni per 14,5 miliardi di euro.

Anche se un accordo venisse raggiunto in tempi brevi sono necessarie settimane perchè venga formalizzato. I finanziatori della Grecia, Unione europea e Fondo monetario internazionale, hanno detto che ci deve essere un via libera prima di distribuire i fondi.

(Redazione Milano,reutersitaly@thomsonreuters.com)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below