10 gennaio 2012 / 18:23 / tra 6 anni

Aerei, studio: normativa Ue CO2 potrebbe aumentare profitti Usa

BRUXELLES (Reuters) - Le compagnie aree statunitensi potrebbero veder crescere i propri profitti di oltre 2 miliardi e mezzo di dollari entro il 2020 grazie alla loro inclusione nello Schema di Scambio Emissioni (Ets) dell‘Unione Europea. Lo indica un nuovo studio finanziato in parte dall‘Amministrazione Federale Usa per l‘Aviazione.

Gli autori dello studio - ricercatori del Massachusetts Institute of Technology e dell‘Università di Muenster, in Germania - dicono che la ragione sta nel fatto che probabilmente le compagnie aree scaricheranno per intero sui passeggeri il costo dei permessi Ue di emissione di carbonio, anche se in realtà attualemente la maggior parte di tali permessi (l‘85%) sono concessi gratuitamente.

I risultati contraddicono quanto sostenuto dalle linee aere statunitensi che contestano l‘Ets - entrato in vigore dal primo gennaio anche per i trasporti aerei - secondo cui le norme colpiranno i profitti già in parte ridotti dall‘aumento dei costi del carburanti, dalla dura concorrenza e dalle tasse nazionali.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below