5 gennaio 2012 / 08:03 / tra 6 anni

Borse Asia-Pacifico, indici incerti, giù Shanghai

SINGAPORE (Reuters) - Le borse asiatiche sono complessivamente in calo, con i timori sul debito della zona euro che appiattiscono la propensione al rischio degli investitori.

Intorno alle 8,45 italiane l‘indice Msci dell‘area Asia-Pacifico è in calo dello 0,29%. A Tokyo, il listino Nikkei, non compreso nell‘indice, ha chiuso oggi in perdita dello 0,83%.

Per quanto riguarda le singole piazze azionarie, SHANGHAI si è girata in negativo dopo i guadagni delle prime ore di seduta. In un primo momento erano stati infatti i titoli bancari a tenere a galla il listino: Shanghai Pudong Development Bank Co Ltd è in progresso dopo aver fatto sapere che il suo profitto netto 2011 è cresciuto del 42%. Ma poi i dati sul Pmi nel settore dei servizi, fermo a dicembre a 52,5, lo stesso livello del mese precedente, hanno cambiato l‘umore dominante e introdotto timori su una crescita fiacca. A pagare il maggiore prezzo sono stati i titoli di costruttori e real estate, come Poly Real Estate e Anhui Conch Cement.

Sensibile alle variazioni del mercato nella Cina continentale, HONG KONG rimane comunque cautamente ottimista. Sul listino, in lieve crescita, spiccano le buone performance di China Mobile Ltd, il maggiore operatore di telefonia cellulare, e il costruttore di treni CSR Corp.

Sia TAIWAN che SINGAPORE sono in crescita per il terzo giorno consecutivo. A dicembre il Pmi manifatturiero di Singapore è cresciuto rispetto a novembre, ma rimane ancora sotto il limite della contrazione, cioè 50, come del resto accaduto negli ultimi sei mesi. In forte rialzo Hutchison Port Holdings Trust.

SEUL è invece in rosso, sebbene in modo lieve, zavorrata dai tecnologici come Samsung Electronics Co e LG Electronics Co e condizionata dai timori sul debito dei Paesi della zona euro. Male i bancari, che concorrono al complessivo calo del listino pure a SYDNEY. Cede quasi due punti percentuali la National Australia Bank.

La borsa indiana di MUMBAI è invece sopra lo zero, in un clima di ottimismo dovuto alle speranze che l‘inflazione in ribasso determini un calo dei tassi di interesse da parte della banca centrale. L‘attenzione degli investitori è però soprattutto indirizzata alla settimana prossima, quando inizieranno ad essere diffusi i risultati trimestrali di molte società.

Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129503, Reuters messaging: daniele.belleri.thomsonreuters.com@reuters.net Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below