2 gennaio 2012 / 11:14 / 6 anni fa

Monetario calmo con molti mercati chiusi, tassi tornano giù

MILANO (Reuters) - Mattinata tranquilla quella che apre l‘anno dell‘interbancario europeo, tranquillità determinata anche dalla chiusura dei mercati di molti paesi. I tassi tornano ai livelli precedenti la fine d‘anno e la discrepanza fra le quotazioni overnight su Mid e quelle ‘over the counter’ appare relativamente ridotta.

“E’ una mattinata tranquilla, anche per via della chiusura di molti paesi. I tassi sono tornati ai livelli precedenti la chiusura di fine anno” dice il tesoriere di un istituto italiano. “Quello che desta ancora qualche dubbio è il balzo del 29 dicembre sui prestiti. Mi aspetto che rientrino già da oggi attorno a 5-7 miliardi”.

Sono tornati a scendere venerdì sera, dopo essersi approssimati ai massimi record già toccati martedì scorso, i fondi depositati a fine giornata in Bce. I depositi overnight, secondo le statistiche quotidiane a cura dell‘istituto centrale di Francoforte, sono scesi venerdì a 413,882 miliardi dai 445,683 miliardi della seduta precedente.

In moderato calo, dopo il significativo balzo della seduta precedente, anche i prestiti marginali, scesi a 14,823 miliardi di euro dai precedenti 17,307 miliardi di euro.

Sull‘interbancario, intorno alle 12,00 l‘overnight passa di mano in media allo 0,29/42% su Otc, in calo rispetto al fixing Eonia di 0,629% del 30 dicembre. Il divario rispetto al Mid, piattaforma di riferimento per il mercato nazionale, torna a stringersi, con quotazioni sul Mid a 0,40/60% da 0,95% della seduta precedente.

Nel corso dell‘ultima settimana il differenziale, salito fino oltre a un punto percentuale nella prima metà di dicembre, si era pressochè annullato.

Prosegue la china discendente dell‘Euribor trimestrale, che scivola ai minimi dal 19 aprile, essendo stato fissato ancora in calo a 1,343% dall‘1,356% della precedente seduta. “Com’è inevitabile”, dice il tesoriere.

Sul fronte liquidità, è andata un‘altra volta deserta l‘asta Optes, programmata stamane per un ammontare pari a 8,132 miliardi di euro.

Sulla curva dei futures Euribor, il contratto a dicembre marzo tratta invariato a 98,920 e giugno a 99,060, anch‘esso senza variaizoni.

Per altri dettagli sulla situazione della liquidità consultare la pagina Reuters.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below