20 dicembre 2011 / 12:22 / tra 6 anni

Mercato lavoro, Fornero: non ci sono terreni inesplorati

ROMA (Reuters) - Il ministro Elsa Fornero ha ribadito oggi la necessità per l‘Italia di riformare il mercato del lavoro senza tabù anche se attraverso il dialogo con i sindacati.

“Non ci sono terreni inesplorati”, ha detto il ministro dopo essere stato attaccato dal leader della Cgil Susanna Camusso per la riforma delle pensioni e il progetto di rendere più flessibile il sistema contrattuale italiano.

Uno dei punti di maggiore sensibilità è l‘eventuale revisione dell‘articolo 18 che impedisce i licenziamenti senza giusta causa nelle aziende con più di 15 dipendenti e che secondo alcuni analisti dovrebbe essere modificato almeno per quanto riguarda la possibilità di non reintegrare il lavoratore nel posto di lavoro in cambio di un compenso economico.

In un‘intervista al Corriere della Sera di domenica l‘economista torinese ha citato il leader della Cgil Luciano Lama che, per sottolineare il contrasto tra gli anziani protetti e i giovani precari, diceva “non voglio vincere contro mia figlia”.

Il leader della Cgil Susanna Camusso ha risposto dal Corriere il giorno dopo sottolineando “un livello di aggressione nei confronti dei lavoratori e delle lavoratrici che, fatto da una donna, stupisce molto”.

Oggi la Fornero precisa: “Nella mia intervista non ho citato l‘articolo 18, c‘era solo un invito al dialogo, se poi qualcuno ci legge qualcosa che non ho detto non è responsabilità mia”.

Nel suo discorso programmatico in Parlamento il mese scorso Mario Monti ha detto che il mercato del lavoro deve essere riformato secondo i principi dell‘equità e della crescita della produttività, eliminando le disparità fra coloro che sono eccessivamente tutelati e coloro che restano senza garanzie in caso di perdita del lavoro.

Gli interventi non intaccheranno i contratti in essere.

“Non si vuole precarizzare nessuno. Bisognerebbe riuscire ad aumentare i salari perché sono bassi e non è cosa che ci sfugge. Conosciamo il divario nella distribuzione dei redditi che è cresciuto negli ultimi 15/20 anni. La mia sensibilità è totale, dopodiché le cose bisogna cambiarle”, ha detto oggi Fornero.

Il ministro ha escluso incontri con i sindacati prima di gennaio.

(Giuseppe Fonte)

-- Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below