December 15, 2011 / 7:58 AM / 7 years ago

Borse Asia-Pacifico, netto calo tra timori Europa, frenata Cina

MILANO (Reuters) - Nuova seduta negativa nei mercati dell’area Asia-Pacifico, dominati ancora una volta dalle preoccupazioni sulla crisi della zona euro, accompagnate oggi anche da un sondaggio sulla produzione industriale cinese che prevede per dicembre una nuova contrazione.

“Siamo piuttosto pessimisti sulla situazione globale al momento”, dice Damien Boey, equity strategist di Credit Suisse a Sydney. “Sostanzialmente ci sono le tre maggiori economie del mondo che danno problemi”.

Attorno alle 8,35 italiane l’indice Msci dell’area Asia-Pacifico, che non comprende Tokyo, scende del 2% circa; da inizio anno ha perso il 20%. Il Nikkei ha chiuso in calo dell’1,7% e da inizio anno il saldo è a -18%.

HONG KONG e SHANGHAI sono tra le piazze più deboli oggi dopo che la lettura flash del Pmi manifatturiero di Hsbc ha fornito un ulteriore segnale che l’economia cinese sta rallentando. Prada è in calo dell’1% circa.

TAIWAN ha perso più del 2% tascinata dal comparto petrolifero e da quello navale, più contenuto il ribasso di SYDNEY, comunque sui minimi da due settimane, appesantita ancora una volta dal settore minerario.

Negativa ma sopra i minimi di giornata MUMBAI, che soffre anche i timori di un impatto sugli utili societari dell’indebolimento della rupia. Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below