2 dicembre 2011 / 08:24 / tra 6 anni

Borsa Milano chiude forte, bene le banche e galassia Fiat

MILANO (Reuters) - Seduta positiva a Piazza Affari che tuttavia chiude sotto i massimi, nonostante le buone notizie provenienti dagli Stati Uniti con i dati sulla disoccupazione sopra le attese a novembre.

<p>Trader al lavoro. REUTERS/Remote/Pawel Kopczynski</p>

La speranza è tornata a dominare sui mercati in vista degli appuntamenti politici della prossima settimana.

“C’è l‘impressione che lunedì in Italia e il 9 in Europa si arrivi finalmente a una svolta”, dice un trader che guarda soprattutto all‘allentamento della tensione sui titoli di stato della regione. Lo spread sui decennali Italia/Germania, sceso sotto i 440 punti, stamani è poi risaltio poco sopra 470 punti. “E’ però ancora ampio il differenziale con la Spagna, speriamo che la manovra che Monti annuncerà lunedì convinca i mercati che si è cambiato passo”, aggiunge.

Il FTSE Mib chiude in salita dell‘1,52%%, l‘AllShare dell‘1,41%, mente il FTSEurofirst 300 avanza lo 0,86%. Volumi intorno a 1,9 miliardi di euro nel finale.

* Nuovo balzo di FONDIARIA-SAI (+5,03%), forte per tutta la seduta in attesa del comunicato arrivato poco prima della chiusura del mercato: la compagnia ha allo studio operazioni per il rafforzamento del margine di solvibilità consolidato e tra queste rientra l‘ipotesi di trasferire a un veicolo costituito ad hoc le partecipazioni finanziarie con l‘obiettivo di procedere a una loro progressiva dismissione.

* Corrono le banche guidate dal rialzo di quasi il 5% di INTESA SP e di circa il 9% MPS. “Intesa è quella che più beneficia del miglioramento del mercato dei governativi”, dice un operatore. Un sostegno a Mps potrebbe arrivare invece dalle indiscrezioni sul ruolo della Cdp come garante finale per le Fondazioni bancarie. Un analista parla di “notizia positiva per il settore” a prima vista, in attesa di chiarimenti ufficiali sulle intenzioni del governo. Lo stoxx di settore europeo sale del 4,2%.

* Acquisti decisi su FIAT (+2,6%) e sulla controllante EXOR (+2,3%) in un contesto positivo per tutto l‘automotive europeo.

* Trascurata FINMECCANICA che cede l‘1,58%all‘indomani delle dimissioni del presidente Guarguaglini e dell‘assegnazione di tutte le deleghe all‘AD Orsi, nonostante i positivi giudizi degli analisti. “Il mercato non sembre averla presa bene. E’ ancora una vicenda aperta”, osserva un trader.

* Forte ribasso per DIASORIN che lascia sul terreno il 3,3%. Un trader cita il downgrade di Morgan Stanley a equalweight da overweight in cui si suggerisce di aspettare che passino i “venti contrari” in una visione che nel lungo termine rimane positiva.

* Acquisti su GEMINA (+5,2%) in vista della presentazione del piano di investimenti di Adr il prossimo 12 dicembre.

* Fra i minori strappa MONDO TV che inizia una nuova co-produzione con la Rai con una crescita di circa il 23%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below