25 ottobre 2011 / 15:43 / tra 6 anni

Btp ampliano spread dopo cancellazione Ecofin

MILANO (Reuters) - Il mercato non ha preso bene la notizia della cancellazione della riunione Ecofin prevista per domani, ed è tornato quindi a concentrarsi sui titoli rifugio e cioè sul Bund, determinando un ampliamento del differenziale fra i decennali di riferimento italiano e tedesco. Non hanno aiutato le periferie neanche le successive dichiarazioni di funzionari della zona euro che hanno definito improbabile che il summit della zona euro fornisca domani dettagli concreti sulla risposta alla crisi del debito.

<p>Il cancelliere tedesco Angela Merkel e il presidnete francese Nicolas Sarkozy domenica scorsa a una conferenza stampa a Bruxelles al termine del vertice euro. REUTERS/Thierry Roge</p>

“I tassi del Bund in seduta erano saliti, poi hanno invertito la rotta, soprattutto sulla notizia dell‘annullamento dell‘Ecofin che ha riportato domanda sulla Germania” dice una trader.

Domani, prima del vertice dei leader dell‘Ue a 27 membri e della riunione dei leader della zona euro, si sarebbe dovuto tenere il meeting dell‘Ecofin. Del pomeriggio la notizia della sua cancellazione “perché i dettagli delle questioni da discutere non sono stati finalizzati”, secondo quanto riferito a Reuters da fonti.

I leader Ue e, a seguire, solo quelli della zona euro si incontreranno comunque domani per delineare i dettagli di un piano per affrontare la crisi del debito, comprese proposte di perdite più consistenti per i detentori di titoli di stato greci, una ricapitalizzazione delle banche europee e l‘estensione della portata di 440 miliardi di euro del fondo salva-stati.

Restano sul tavolo le due opzioni anticipate ieri da Reuters per potenziare l‘Efsf: un meccanismo che funzioni come un‘assicurazione e la costituzione di un SPIV (Special Purpose Investment Vehicule).

Anche in assenza dell‘Ecofin, quella di domani sarà quindi una seduta chiave, e sul mercato italiano giocheranno un ruolo fondamentale anche le aste in agenda a partire proprio da domani.

“E’ difficile prevedere l‘andamento dei rendimenti nelle aste di domani. Il governo, che sta dando seguito alle consultazioni, potrebbe in serata arrivare a decisioni importanti. Bisognerà aspettare domattina per avere un‘idea” dice la trader.

Stretto tra le richieste dei partner europei di approvare misure di rilancio dell‘economia entro domani e i veti del principale partner della coalizione Umberto Bossi, il governo rischia una crisi che potrebbe portare o alla formazione di un governo tecnico o a elezioni anticipate. Il presidente del Consiglio Berlusconi ha convocato un Consiglio dei ministri ieri sera con l‘obiettivo di alzare l‘età pensionabile, ma la riunione si è conclusa con un nulla di fatto per l‘opposizione della Lega. Sulle misure richieste dalla Ue sono tuttora in corso trattative.

Il Tesoro italiano offrirà domattina la terza tranche del Ctz con scadenza 30 settembre 2013 per 2 miliardi e 8,5 miliardi di euro del Bot a 6 mesi. Giovedì 27 sarà la volta del BTPei decennale per un ammontare fra 500 milioni e 750 milioni di euro. Venerdì 28 sarà la volta del Btp luglio 2014, del Btp marzo 2022, del CCTeu ottobre 2017 e di un titolo off-the-run, il settembre 2019. I quantitativi dei collocamenti di venerdì verranno comunicati oggi a mercati chiusi.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below