25 ottobre 2011 / 07:43 / tra 6 anni

Borsa Milano in calo in attesa vertice zona euro

MILANO (Reuters) - Piazza Affari chiude in ribasso una seduta volatile, in attesa del piano per risolvere la crisi del debito nella zona euro.

<p>Borsa Milano apre in calo, Stm cede quasi 6% dopo risultati. REUTERS/Paolo Bona</p>

I trader ritengono che la giornata di domani non sarà decisiva per i paesi della zona euro.

Il cancelliere tedesco Angela Merkel ha detto nel primo pomeriggio che la Germania non accetta la frase contenuta nella bozza, in cui i leader politici sostengono la continuazione delle misure “non standard” da parte della Bce.

Alcuni funzionari Ue hanno detto che domani non saranno dati dettagli sul piano anti-crisi.

“C’è stato un po’ di profit taking, alcune notizie hanno dato la scusa per vendere qualcosa, ma c’è poca convinzione”, dice un trader. “Se guardiamo ai singoli titoli vediamo una certa difformità. Su alcuni si continua ad acquistare, non ci sono certo le vendite indiscriminate delle fasi di crisi”.

L‘indice FTSE Mib ha chiuso in ribasso dell‘1,06%%, l‘AllShare dell‘1,02%.

Volumi a circa 1,7 miliardi di euro.

Il benchmark europeo FTSEurofirst perde lo 0,73%.

* Vendite sui bancari. UNICREDIT cede il 3% circa, INTESA SP oltre l‘1%. BPER in lieve rialzo. Lo stoxx europeo di settore segna -1,2%.

* STM perde oltre il 7% sulla scia dei deboli risultati del terzo trimestre e della previsione di un ulteriore calo del fatturato nel quarto.

* LOTTOMATICA in netto rialzo, dopo i commenti positivi di un broker estero, in attesa dei risultati che saranno presentati la prossima settimana.

* Recupera la galassia FIAT in vista dei dati del trimestre previsti giovedì. Il settore a livello europeo (+1,7%). PIRELLI negativa.

* MEDIASET perde circa il 3%, sui timori per un impatto sull‘azienda di eventuali dimissioni del presidente del consiglio Silvio Berlusconi e dopo le recenti previsioni sulla raccolta pubblicitaria. “Il mercato non è rassicurato dall‘annuncio che le vendite pubblicitarie dei nove mesi sono andate leggermente meglio... e Berlusconi è visto più a rischio che mai” spiega un trader.

*IMPREGILO in calo di circa il 2%, dopo il balzo del 6% registrato ieri sulla scia di ipotesi avanzate dalla stampa di un‘Opa da parte di Salini. Ieri sera il costruttore romano ha precisato che nessuna decisione è ancora stata presa in merito a possibili offerte.

*Buon rialzo per MAIRE TECNIMONT, che ieri nel tardo pomeriggio ha annunciato di essersi aggiudicata un contratto da 280 milioni per le ferrovie di Abu Dhabi.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below