28 settembre 2011 / 09:08 / tra 6 anni

Borse Europa, indici frenano dopo balzo ieri, pesanti finanziari

LONDRA (Reuters) - Mattinata volatile per le borse del Vecchio Continente all‘indomani del maggiore balzo giornaliero dal maggio 2010: gli indici hanno ridotto le perdite delle prime battute fino a cancellarle prima di tornare a perdere terreno.

<p>Borse Europa dovrebbero ridurre guadagni dopo rally ieri. REUTERS/Andrew Winning</p>

La Germania ha lasciato intendere che si potrebbe tornare a trattare su alcuni punti del nuovo pacchetto di aiuti per la Grecia a seconda dell‘esito della missione della “troika” e il Financial Times parla di divisioni in seno alla zona euro sull‘accordo. Si spegne dunque l‘entusiasmo per la prospettiva di nuovi interventi dei legislatori europei e la cautela torna a dominare i mercati.

“Il mercato si è ovviamente entusiasmato per le discussioni relative al Fondo Europeo di Stabilità Finanziaria”, ha detto Andrea Williams, che gestisce 2,1 miliardi di sterline per Royal London Asset Management. “Ma siamo molto lontani da una sua definizione, molti paesi devono ancora ratificarlo. Siamo stati in sottopeso sulle banche negli ultimi tre, quattro mesi e non cambieremo questa posizione”.

L‘indice paneuropeo FTSEurofirst 300 intorno alle 10,45 arretra dell‘1,2%. Francoforte perde l‘1,5% Parigi l‘1,45% e Londra lo 0,8%.

I titoli in evidenza:

* Sotto pressione il colosso degli investimenti alternativi Man Group che ha visto il proprio patrimonio tracollare a 65 miliardi di sterline a fine settembre da 71 miliardi di fine giugno per effetto della volatilità dei mercati. Il titolo affonda di oltre il 20% zavorrando il comparto europeo dei servizi finanziari di oltre il 3%.

* Le vendite prendono di mira di nuovo gli istituti di credito, soprattutto quelli francesi. Arretra amche CREDIT AGRICOLE, oggi al centro di un certo numero di speculazioni su immininenti dismissioni di asset.

* Lettera anche su settori ciclici come quello dell‘auto dove PEUGEOT è tra i peggiori dopo un dwongrade a “sell” di Goldman che ha abbassato il prezzo obiettivo di altre case automobilistiche. [ID:nL5E7KS0CL]

* Sugli scudi il produttore di gas britannico BG Group: un giornale scrive che sarebbe in arrivo l‘offerta di un gruppo petrolifero cinese e Goldman Sachs l‘ha aggiunto nella sua “Conviction List” di titoli da comprare citando la sua “attraente esposizione al Brasile e al gas naturale liquefatto”. Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below