23 settembre 2011 / 07:18 / tra 6 anni

Borsa Milano chiude positiva, volano banche, bene Finmeccanica

MILANO (Reuters) - Ancora una seduta sulle montagne russe per Piazza Affari e le altre borse europee, in balia di qualsiasi segnale, timore o speranza relativi alla crisi del debito della zona euro e alla ripresa economica globale.

<p>Una passante davanti alla sede di Borsa Italiana,a a Milano, il 12 luglio 2011. REUTERS/Paolo Bona</p>

Nel pomeriggio a riportare il segno più sui listini, dando nuovamente corpo al rimbalzo accennato in mattinata e poi rapidamente esaurito, ha contribuito il recupero dei bancari europei sulle attese di nuove misure da parte della Bce per alleviare i problemi debitori dell‘area.

L‘indice FTSE Mib, che ha oscillato durante la seduta tra un calo del 2,7% - su nuovi minimi dall‘introduzione del paniere nella sua forma attuale - e un rialzo dell‘1,9%, chiude in progresso dell‘1,36%. L‘Allshare guadagna l‘1,02%, il MidCap cede lo 0,17%. Volumi nel finale per circa 2,4 miliardi di euro.

Il forte peso relativo delle banche nel nostro indice principale ha trainato Milano un passo avanti rispetto a Londra (+0,5%), Parigi (+1%) e Francoforte (+0,6%). Ancora più tonica Madrid (+2,1%).

Il benchmark paneuropeo Ftseurofirst 300 sale dello 0,65% e a Wall Street gli indici sono positivi, con il Nasdaq in rialzo di oltre un punto percentuale.

* Tra i bancari brilla con +7% circa POP MILANO, che prosegue il balzo di ieri su attese per cambiamenti nella governance, ma sono molto forti anche INTESA SANPAOLO (oltre +6%), UNICREDIT e UBI (oltre +4%). In Europa il comparto mostra la migliore performance settoriale salendo del 3,5% circa.

* Resta invece in lettera, anche se risale dai minimi intraday, BANCO POPOLARE (-3%), penalizzato da indiscrezioni di stampa sulle richieste da parte delle autorità europee di immediati aumenti di capitale per la banca e alcuni altri istituti bancari, indiscrezioni smentite sia dall‘Eba (l‘autorità bancaria europea) che dallo stesso Banco Popolare.

* FINMECCANICA mette a segno un +4,3% dopo l‘operazione tra United Technologies e Goodrich nel settore aerospaziale civile, realizzata a multipli decisamente superiori a quelli di mercato, e sulle speranze per nuovi contratti di Eurofighter, alimentate dal ministro della Difesa giapponese Yasuo Ichikawa.

* Rimbalza anche FIAT, che avanza del 3,7% in controtendenza con un settore auto europeo in calo di circa 0,9%. Debole invece FIAT INDUSTRIAL con -1%.

* Sul fronte negativo TOD‘S cede più del 5% e PRYSMIAN oltre il 4%.

* Tra i minori nuovo balzo a due cifre per ARKIMEDICA.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below