16 settembre 2011 / 14:48 / tra 6 anni

Gb, trader Ubs accusato di frode, resterà in carcere

LONDRA/ZURIGO (Reuters) - Il trader di Ubs Kweku Adoboli è comparso oggi, in lacrime, in un tribunale di Londra, accusato di falso in bilancio e frode per abuso di posizione, dopo che la banca svizzera ha fatto sapere di aver perso circa due miliardi di dollari in scambi non autorizzati.

Con un maglione blu e una camicia bianca, Adoboli si è asciugato le lacrime nell‘aula del tribunale City of London Magistrates. Il trader ha parlato solo per confermare nome e indirizzo durante una breve udienza, ed è stato rimesso in custodia cautelare fino al 22 settembre.

Adoboli, 31 anni, ha lavorato come direttore dei fondi di scambio valutario per Ubs.

La banca svizzera è in subbuglio, dopo che le agenzie di rating hanno avvertito che una gestione negligente potrebbe portare al downgrade, con gli alti dirigenti che hanno cancellato i loro impegni per incontrare le autorità di regolamentazione finanziaria.

Lo studio legale britannico Kingsley Napley rappresenterà Adoboli, come ha rappresentato in passato il trader Nick Leeson, le cui perdite sui derivati da 1,4 miliardi di dollari hanno portato al collasso la Barings Bank britannica nel 1995.

La maggior parte delle speculazioni finanziarie si sono concentrate sulla possibilità che il colpo subito da Ubs sia scaturito dalla decisione della banca centrale svizzera della scorsa settimana di imporre un tetto al franco, provocando la svalutazione della valuta e il rialzo del mercato azionario svizzero.

Ubs, che precedentemente aveva detto che le perdite erano state registrate nel settore equities, ha preferito non commentare le accuse ad Adoboli, limitandosi a dire: “Le indagini stanno proseguendo”.

Un trader Ubs a Londra ha detto che lo staff sta aspettando notizie di nuovi tagli e zero bonus nelle prossime due settimane.

“Nel mio team la gente è spaventata e ha scelto il basso profilo. L‘idea è di restare lì e mantenere il posto di lavoro. Con l‘attuale situazione, sarebbe difficile trovare un altro lavoro altrove”, ha detto la persona a Reuters, preferendo rimanere anonima.

L‘Autorità per i Servizi Finanziari britannica e la Finma, l‘autorità che vigila sul sistema finanziario della Svizzera, sono in costante contatto con la banca, hanno riferito i portavoce. Un banchiere dell‘Ubs ha detto che i meeting regolari e gli eventi sociali che vedevano coinvolti i massimi dirigenti sono stati cancellati, presumibilmente per via degli incontri del management con le autorità di vigilanza.

“Il morale è a terra. E’ molto dannoso per la nostra reputazione. L‘equities rappresenta uno dei settori in cui pensavamo di aver fatto bene”, ha detto il banchiere.

Redazione General News Roma +3906 85224380, fax +3906 8540860, Reutersitaly@thomsonreuters.com -- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below