12 settembre 2011 / 07:31 / tra 6 anni

Borsa Milano chiude in forte calo, giù Unicredit, Intesa

MILANO (Reuters) - Un‘altra seduta da dimenticare per Piazza Affari, che lascia sul terreno quasi il 4%, trascinata al ribasso dalle due principali banche italiane, in calo di oltre il 9% a causa del rischio-paese.

<p>Borsa Milano cede oltre 3% in avvio, gi&ugrave; banche. REUTERS/Paolo Bona</p>

“Sia Intesa che Unicredit hanno un price to book al di sotto dello 0,30...ma oramai qui il rischio è paese” spiega Lorenzo Batacchi, equity trader di Banca Popolare dell‘Emilia Romagna.

“Il problema è ovviamente di tutta Europa: se la barca affonda, affondano sia quelli che sono in prima classe sia quelli che sono in seconda....in genere quelli in seconda però affondano prima...non per niente il nostro indice è il peggiore di quelli europei dall‘inizio dell‘anno”, aggiunge Battacchi.

“Da un problema finanziario siamo passati ad un problema politico....il fatto è che non si vede la luce in fondo al tunnel”, conclude l‘operatore.

Gli investitori sembrano infatti temere che non si stia facendo abbastanza per arrivare a una soluzione permanente per la crisi del debito della zona euro.

Sull‘azionario europeo ha pesato la minaccia di Moody’s di un downgrade di tre grandi banche francesi e l‘asta di Bot questa mattina ha visto un rendimento dei titoli a 12 mesi sui massimi da tre anni.

Il FTSE Mib ha chiuso in calo del 3,89% a 13.474,14 punti, peggio dell‘indice europeo FTSEurofirst 300, che ha perso il 2,52%. L‘indice ha rinnovato il minimo dalla sua creazione (ovvero 1 giugno 2009) a 13.398,39 punti. L‘AllShare ha perso il 3,62%, lo Star il 2,09%.

Volumi per un controvalore di 2,4 miliardi.

* Profondo rosso per Unicredit, che cede il 10,91%, a 0,6860 euro. Segue a breve distanza Intesa Sanpaolo a -9,54%. Ribassi che si vanno a sommare a quelli già pesanti di venerdì, quando entrambe avevano ceduto oltre l‘8%. [ID:nL5E7KC2K6]

* Gli altri bancari hanno registrato perdite in linea con lo stoxx europeo (-4,56%) o inferiori. Ad esempio MPS ha ceduto l‘1,63%, Pop Milano l‘1,95%.

* Anche FONDIARIA SAI ha registrato un forte ribasso. (-8%).

* Sull‘indice principale, resistono alle vendite solo STM (+0,48%) e BULGARI, ancorata al prezzo d‘Opa.

* Tra i titoli più piccoli balza OLIDATA (+5,7%),con volumi monstre.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below