9 settembre 2011 / 09:48 / tra 6 anni

Manovra, Agcom plaude per mancata estensione Robin tax a tlc

ROMA (Reuters) - L‘Autorità per le garanzie nelle comunicazioni è soddisfatta dalla decisione del governo di non estendere la Robin Tax al settore delle telecomunicazioni.

Lo riferisce la stessa autorità nella segnalazione al mondo della politica nella quale ricorda anche che per il settore di propria competenza mancherebbero i presupposti degli extra profitti che sono alla base della tassa.

“Il consiglio dell‘Autorità ha espresso apprezzamento per la decisione di non estendere alle imprese del settore la Robin tax”, si legge nel provvedimento.

Una siffatta ipotesi, continua il documento, “invero, sarebbe risultata incompatibile con il quadro comunitario e nazionale che prevede che i fornitori dei servizi di comunicazione elettronica possano essere assoggettati esclusivamente al pagamento di diritti amministrativi collegati alla gestione del regime di autorizzazione e alla concessione dei diritti di utilizzo delle radiofrequenze”.

L‘Agcom segnala anche che “il presupposto per l‘applicazione di siffatta misura fiscale, conosciuta con il nome di Robin tax, è la presenza in un determinato settore di pressioni speculative che possano far conseguire elevati extra profitti. Tale presupposto manca del tutto nel settore delle telecomunicazioni”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below