8 settembre 2011 / 08:34 / 6 anni fa

Borsa Milano chiude positiva,bene banche guidate da Ubi,sale Eni

MILANO (Reuters) - Piazza Affari archivia in territorio positivo una seduta solo in parte condizionata dalle parole del presidente della Bce Jean-Claude Trichet, che ha sottolineato i rischi al ribasso della crescita della zona euro.

<p>L'ingresso della Borsa di Milano. REUTERS/Stefano Rellandini</p>

I mercati europei hanno registrato una breve sbandata in reazione ai commenti del numero uno della banca centrale, per poi riprendere slancio anche grazie alla forza dei titoli energetici sulla scia del buon andamento del greggio.

“Trichet ha indicato che il ciclo di rialzi dei tassi dovrebbe interrompersi e questo ha fatto risalire le borse”, osserva un operatore.

Gli investitori sperano anche che il discorso del presidente Usa Barack Obama con i dettagli dei piani a sostegno dell‘occupazione serva da catalizzatore per un rimbalzo dell‘azionario dai recenti minimi.

“I prezzi sono molto bassi, a questi livelli i mercati sono molto sottovalutati, un po’ di recupero ancora ci sta”, commenta il trader.

L‘indice FTSE Mib chiude la giornata in rialzo dello 0,69% dopo un allungo fino a +1,9% in mattinata. L‘AllShare guadagna lo 0,58% mentre il MidCap cede lo 0,31%. Volumi nel finale per circa 2,3 miliardi di euro.

Il benchmark europeo FTSEurofirst 300 avanza dello 0,8%. Più contenuti i progressi di Parigi, Francoforte e Londra mentre Madrid mette a segno un +1,5% circa.

A New York gli indici sono moderatamente positivi.

* Generalmente positivi i bancari, tra cui spicca il +3,9% di UBI. Acquisti anche su POP MILANO dopo l‘incontro di ieri in Bankitalia da cui è emerso un invito ad andare avanti con l‘aumento di capitale di capitale fino a 1,2 miliardi nei tempi previsti, senza un rinvio. Lo Stoxx europeo di settore sale dello 0,8% dopo i rialzi nell‘ordine del 2% della prima parte della seduta.

* Nel settore automotive FIAT è poco mossa mentre FIAT INDUSTRIAL - su cui un trader cita un upgrade da parte da un broker estero - fa meglio con un +1,6%.

* Bene in tutta Europa i petroliferi, con ENI in rialzo del 2% circa. Tra le utility ENEL GREEN POWER avanza di oltre il 2%.

* Tra gli spunti positivi si segnala anche il +3,6% di CAMPARI, in recupero dopo la debolezza della vigilia innescata da un downgrade di Goldman Sachs.

* Debole MEDIASET, in calo dell‘1,7% dopo che Mediobanca ha tagliato il giudizio a “neutral” da “outperform” rivedendo il target price a 2,86 da 4,28 euro.

* Un trader segnala flussi in vendita su GENERALI, che chiude in calo dell‘1,45%.

Sabina Suzzi

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below